Home Rimedi Naturali Birra: gli imballaggi si trasformano in cibo per pesci

Birra: gli imballaggi si trasformano in cibo per pesci

959
0
CONDIVIDI

L’idea è di un’azienda che produce birra artigianale in Florida: creare imballaggi per le confezioni di birra che possono trasformarsi in cibo per pesci, salvando la vita agli animali marini.

E se la birra salvasse la vita agli animali marini? Spesso capita di imbattersi in foto terribili che immortalano tartarughe, gabbiani o pesci gravemente mutilati o feriti dai rifiuti, soprattutto di plastica, presenti nel mare.

Le immagini più comuni riguardano, ad esempio, gli anelli di plastica che uniscono le lattine di birra e all’interno dei quali gli animali marini rimangono impigliati. Una questione che potrebbe risolversi semplicemente con una maggiore attenzione e sensibilità nei confronti dell’ambiente.

Per trovare una soluzione alternativa a questo problema, un’azienda che produce birra artigianale in Florida, la Saltwater Brewery, ha pensato bene sostituire la plastica con materiale biodegradabile ed edibile per la fauna marittima. Anelli di imballaggio che, anche se dovessero finire in mare per la stupidità e l’inciviltà di qualcuno, ridurrebbero drasticamente i danni. Anzi, potrebbero trasformarsi in vero e proprio mangime per pesci.

L’azienda ha infatti ideato, realizzato e messo in commercio un materiale fatto con gli scarti di produzione della birra, orzo e grano per la precisione, commestibili sia per gli animali che per l’uomo.




Gli anelli di imballaggio per la birra sono biodegradabili, compostabili al 100 per cento e totalmente sicuri.

L’azienda ha precisato che il materiale è resistente come un normale imballaggio di plastica, solo più sostenibile. Purtroppo, al momento, il costo di produzione è più alto rispetto ai normali imballaggi presenti in commercio.

L’ultima parola, però, rimane sempre ai consumatori: il prezzo di produzione, secondo gli ideatori, scenderebbe se più aziende investissero negli anelli commestibili, mettendosi in competizione con quelli in plastica.

Secondo un rapporto pubblicato sulla rivista PNAS, il 90 per cento degli uccelli marini hanno mangiato plastica. Ed è proprio la plastica il materiale più comune tra la spazzatura ingerito dalle tartarughe marine nel 2015.

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here