Home Green Economy Bandiere blu 2015: Liguria in cima alla classifica

Bandiere blu 2015: Liguria in cima alla classifica

326
0
CONDIVIDI

Anche per il 2015 sono state assegnate le bandiere blu per le spiagge italiane. Ecco quali località hanno guadagnato il riconoscimento di mari e spiagge più puliti e sostenibili.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale che è stato istituito nel 1987 e viene assegnato ogni anno in 48 Paesi, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale.

Per poter ottenere la Bandiera Blu, è necessario che una spiaggia sia ufficialmente designata come area di balneazione a livello nazionale (o internazionale) con almeno un punto di campionamento per le analisi delle acque di balneazione. La spiaggia, inoltre, deve avere i servizi necessari e gli standard in conformità ai criteri Bandiera Blu e rispondere a tutti i requisiti indicati con la lettera I (imperativi) e possibilmente al maggior numero dei requisiti indicati con la lettera G (guida).

bandiera blu

I criteri guida per l’assegnazione delle Bandiere Blu vanno “dall’assoluta validità delle acque di balneazione” (devono avere una qualità «eccellente») all’efficienza della depurazione, dalla raccolta differenziata alle aree pedonali, piste ciclabili e spazi verdi, fino alla dotazione di tutti i servizi sulle spiagge.

Quest’anno, sono 147 i comuni rivieraschi, per 280 spiagge complessivamente (pari a circa il 7% del totale di quelle premiate a livello internazionale), e 66 gli approdi turistici in Italia che hanno ottenuto le Bandiere Blu 2015.

In cima alla classifica delle regioni con le spiagge più pulite del nostro Paese c’è la Liguria, con 23 località costiere (di cui tre nuovi ingressi), seguita dalla Toscana con 18 e dalle Marche con 17.


Campania al quarto posto con 14 bandiere, seguono la Puglia con 11, l’Emilia Romagna con 9, l’Abruzzo con 8 (perde due bandiere), il Veneto a pari merito, così come Lazio e Sardegna. La Sicilia scende a 5 bandiere, avendone perse due, ma con una nuova entrata, la Calabria mantiene le sue 4 bandiere, il Molise rimane a quota 3, il Friuli Venezia Giulia a 2 e la Basilicata a 1 bandiera.

Rispetto all’anno precedente, le spiagge italiane premiate sono cresciute, facendo registrare 7 lidi in più e 11 nuovi ingressi. Quattro le località che quest’anno hanno perso il titolo di bandiera blu.

Tra le nuove città premiate c’è Capaccio, in provincia di Salerno, con le sue spiagge Licinella/ Torre di Paestum/ AcquadeiRanci.

Potete vedere l’elenco completo delle località premiate a questo link: http://www.bandierablu.org/common/blueflag.asp?anno=2015&tipo=bb

(Foto: bandierablu.org)