Home Sostenibilità Arriva il decreto per trasformare le auto a benzina in elettriche

Arriva il decreto per trasformare le auto a benzina in elettriche

315
0
CONDIVIDI

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il DL Retrofit, il decreto che disciplina le procedure di installazione di kit per convertire le auto in elettriche. Ecco di cosa si tratta.

Entrerà in vigore, a partire dal 26 gennaio 2016, il DL Retrofit, il regolamento per disciplinare la conversione delle auto a benzina in auto elettriche.

Il provvedimento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e “disciplina le procedure  per  l’approvazione nazionale, ai fini dell’omologazione, e le procedure di installazione di sistemi di riqualificazione elettrica su veicoli  delle  categorie internazionali M1, M1G, M2, M2G, M3, M3G,  N1  e  N1G,  immatricolati originariamente con motore termico“.

Il decreto del Ministero dei Trasporti ha dato così le basi per consentire, a chiunque lo voglia, di convertire il proprio veicolo in auto elettrica. La conversione è resa possibile attraverso un kit composto da un motore elettrico con convertitore di potenza, un pacco batterie e un dispositivo di interfaccia con la rete per la ricarica delle batterie stesse.

Secondo quanto esplicitato nella norma, i kit di retrofit dovranno essere progettati, costruiti e montati in modo tale che, nonostante le sollecitazioni, non alterino le caratteristiche del veicolo in termini di prestazioni e sicurezza. In più, dovranno dimostrare di resistere agli agenti di corrosione e invecchiamento.




Dunque, il produttore del kit dovrà sottoporre il dispositivo a omologazione, fornendo le prescrizioni per il montaggio. Dopo aver provveduto all’installazione, l’autoriparatore dovrà presentare il veicolo alla Motorizzazione. Qui, a seguito di visita e prova, si provvederà all’aggiornamento della carta di circolazione del mezzo, nei casi e nelle modalità stabilite con provvedimento  della  Direzione generale per la motorizzazione del Ministero delle  infrastrutture  e dei trasporti.

Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum, ha così commentato le disposizioni: “Mentre in Paesi come il Nord America sono alle prese con lo smaltimento delle batterie delle auto elettriche nel nostro Paese siamo ancora alle prime armi sia per quanto riguarda le ricariche pubbliche che private. Il DL retrofit sulla riqualificazione elettrica di determinate categorie di autovetture appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale rappresenta senz’altro un primo passo a cui ne dovranno seguire urgentemente degli altri. Come Adiconsum siamo, infatti, convinti che il futuro della mobilità debba andare sempre più nella direzione della sostenibilità. L’auto elettrica è un tassello importante per lo sviluppo di una mobilità più sostenibile“.

Nel corso degli anni, sono stati fatti numerosi passi in avanti in termini di efficienza e durata delle auto elettriche. Questo è sicuramente un primo tassello che potrebbe favorire la conversione, a patto che il nostro Paese studi soluzioni utili a rendere più semplici le operazioni di ricarica, incentivando la nascita di nuovi punti adibiti a tale scopo.

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here