Quaresima: impronta carbonio

Quaresima: impegno a diminuire l’impronta di carbonio per 7 settimane

Quaresima: Una delle cose più importanti che possiamo fare per il nostro Pianeta in questo momento è parlare dei cambiamenti climatici ed attivarci anche personalmente per fare qualcosa. Un gruppo cristiano, Climate Caretakers, per tanto ha fatto una proposta legata al periodo della Quaresima.

Nel periodo della Quaresima molte sono le persone che fanno delle rinunce, c’è chi rinuncia alla plastica, chi diventa vegano ma è interessante capire anche in cosa consiste un “digiuno da carbonio”.

Il gruppo del Climate Caretakers ha lanciato delle linee guida. Dividono la stagione quaresimale in sette settimane, ognuna delle quali offre una nuova sfida o tema volto a ridurre l’impronta di carbonio personale. Indipendentemente dal proprio credo religioso o meno credo sia una bella iniziativa, perchè l’interesse è collettivo. Obiettivo: incoraggiare piccoli cambiamenti quotidiani di abitudine che possono poi trasformarsi in cambiamenti di stile di vita più ampi.

Le settimane proposte sono così divise:

Settimana 1:

La prima settimana di Quaresima è breve (solo da mercoledì a sabato) e stiamo iniziando con una delle sfide più difficili. Per questi 4 giorni cerca di eliminare quanta più energia elettrica possibile dalla tua vita. Ovviamente non vi si chiederà di spegnere il frigorifero, ma ci sono tanti piccoli accorgimenti che potremmo utilizzare. Magari si potrebbe partire anche con qualche cena a lume di candela, meno televisione e più possibilità di stare all’aria aperta o di fare dei giochi di gruppo. Proviamo ad utilizzare meno il telefono. Diamoci piccoli obiettivi e cerchiamo di mantenerli. Usiamo meno il forno o il microonde, facciamo qualche lavatrice in meno. Questi sono alcuni esempi ma ognuno di noi può organizzarsi come meglio preferisce.

Settimana 2:

Riduciamo le spese superflue La maggioranza dell’impronta di carbonio è legata agli acquisti. Cerchiamo in questa settimana di ridurre le spese superflue, magari pranziamo o ceniamo fuori qualche giorno in meno, non acquistiamo cose di qui possiamo farne a meno. Nell’arco della settimana saranno tante le cose che possono essere superflue, pensiamoci ed eliminiamo qualcosa.

Settimana 3:

In questa settimana proviamo a trattare con più persone argomenti legati proprio ai cambiamenti climatici. Parliamone con i nostri genitori, con gli amici, organizziamo magari un incontro proprio per parlare di questa preoccupazione comune e per sensibilizzare.

Settimana 4:

Per una settimana diminuiamo la nostra impronta diventando vegetariani o vegani. Gli allevamenti sono una delle principali cause di produzione dei gas serra, ed è necessario ridurre il consumo di carne.

Settimana 5:

Proviamo ad usare meno l’auto per una settimana, utilizzando mezzi pubblici, la bicicletta o andando semplicemente a piedi dove possibile. Se è necessario viaggiare in auto, fai del tuo meglio per combinare viaggi e carpool con gli altri quando possibile. Potrebbe essere

Settimana 6:

Provate a fare una settimana di pausa dai social media, TouTube, Netflix, dai terminali in generale compresa la TV. Stare una settimana offline aiuterà a rimettersi in contatto con le persone faccia a faccia.

Settimana 7:

Informiamoci in modo reale anche attraverso la scienza, attraverso studi reali della situazione del nostro Pianeta. Questo ci aiuterà a essere più coscienti dei cambiamenti climatici e anche avere modo di argomentare con cognizione di causa.

La strada è aperta sta a noi ora fare il primo passo magari proprio in occasione della Quaresima.

Cambiamenti climatici, impronta carbonio, quaresima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.