fbpx
plastic radar

Plastic Radar: il numero attivo per segnalare la presenza di rifiuti in spiaggia, mare e fondali

Nuovamente attivo PLASTIC RADAR: il NOSTRO NUMERO WHATSAPP per segnalare la presenza di rifiuti in plastica che inquinano spiagge, mari, fondali.

Perché segnalare la plastica? Per partecipare ad una grande indagine collettiva che farà emergere quali sono i rifiuti più presenti e ci permetterà di mettere con le spalle al muro le aziende che continuano ad inondare le nostre vite e il nostro Pianeta con inutili tonnellate di plastica usa-e-getta, spesso senza darci alternative! 

Da giorni i volontari di Greenpeace sono in azione in tante spiagge italiane per pulire e catalogare i rifiuti, e un nostro team di attivisti sta navigando il Mar Adriatico, uno dei più inquinati d’Italia, per documentare l’inquinamento da plastica.
Contribuisci a denunciare l’inquinamento da plastica: USA PLASTIC RADAR, ecco come funziona. 

Come si partecipa a Plastic Radar?

Scatta una foto al rifiuto in plastica trovato in mare, spiaggia, fiume, lago, nel quale sia riconoscibile il tipo di rifiuto / oggetto e il marchio del produttore

INVIA

Invia la foto con il rifiuto in plastica ben visibile, su Whatsapp  al nostro numero
+39 342 37 11 267 

RISPONDI ALLE DOMANDE 

I messaggi che invii non vengono letti da una persona in carne ed ossa, ma da un assistente virtuale: segui le indicazioni rispondendo alle domande, per completare la segnalazione e fornire tutte le informazioni necessarie;

GETTA IL RIFIUTO negli appositi cassonetti della raccolta differenziata;

FATTO! La tua segnalazione viene elaborata in tempo reale i risultati della ricerca vengono pubblicati sul sito plasticradar.greenpeace.it

plastic radar


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter