di caprio foresta guatemala

Leonardo Di Caprio è la star del cinema che più ha a cuore l’ambiente: dalle donazioni milionarie al salvataggio della foresta del Guatemala

Leonardo Di Caprio, il celebre attore protagonista di varie pellicole cinematografiche, tra cui Blood Diamond, The Wolf of Wall Street, Prova a Prendermi e Inception, è sicuramente il personaggio del mondo dello star system che si impegna in maniera massiva per la difesa dell’ambiente e del Pianeta Terra.

Il suo toccante discorso in occasione della consegna degli Oscar 2016 per la sua magistrale interpretazione di “The Revenant“, lo iscrive nella storia come un personaggio che oltre al profilo artistico, ascrive nel proprio curriculum un impegno sociale che gli fa grandissimo onore.

L’impegno sociale ed ambientale di Leonardo di Caprio

L’attore hollywoodiano attraverso la sua Leonardo Di Caprio Foundation finanzia sistematicamente opere di solidarietà e progetti per la salvaguardia dell’ambiente: vogliamo ricordare  che solo nel 2015 ha stanziato 15 milioni di dollari a sostegno di progetti per la salvaguardia dell’ambiente e delle specie animali a rischio in tutto il mondo.

Per festeggiare la generosa donazione Di Caprio pubblicato un selfie su Instagram, accompagnando l’immagine con un commento: “La continua distruzione del nostro pianeta procede ad un ritmo che non possiamo permetterci di continuare ad ignorare. Noi abbiamo la responsabilità di costruire un futuro in cui l’abitabilità del nostro pianeta non comprometta la qualità della vita di chi lo abiterà dopo di noi. Sono orgoglioso di supportare queste organizzazioni che stanno lavorando per vincere la più grande sfida del genere umano”.

Il salvataggio della giungla del Guatemala

La giungla Maya del Guatemala è stata per decenni devastata da incendi boschivi incontrollati, e ingerenza dei narcotrafficanti, una cattiva gestione del territorio che hanno portato a devastanti livelli di deforestazione.

Ma al di là di ogni aspettativa, le comunità locali nella parte orientale della Maya Biosphere Reserve (MBR) del Guatemala settentrionale sono riusciti ad invertire il processo di deforestazione in atto. Secondo un nuovo rapporto redatto da USAID, Consejo Nacional de Areas Protegidas), Wildlife Conservation Society, nel 2017, per la prima volta dall’inizio della raccolta dei dati nel 2000, è stato rilevato un guadagno forestale netto, con un totale di 1.088 ettari ripristinati.

Di Caprio da tempo era impegnato nella promozione della tutela di questo angolo di paradiso minacciato da una forte deforestazione. Adesso, la Rainforest Alliance ha fatto sapere che per la prima volta dopo 20 anni la giungla guatemalteca sta crescendo.

Dopo quasi due decenni in cui si sono registrate solo perdite adesso la Natura sta riconquistando i propri spazi grazie anche all’intervento dell’attore hollywoodiano che ha contribuito alla tutela di questo polmone verde gravemente minacciato.

A darne notizia anche su Instagram è stata la Rainforest Alliance, secondo cui quest’area storicamente afflitta dalla deforestazione sta rinascendo:

“Questo risultato fondamentale è parte di una storia ancora più impressionante: nel mezzo della foresta, in condizioni estremamente difficili, le comunità hanno creato fiorenti aziende forestali che creano posti di lavoro, combattono la povertà e consentono agli abitanti di proteggere e ripristinare le foreste”.

di caprio ambiente

Organizzazione di solidarietà diffusa per l’ambiente e il clima

Non è ancora chiaro quante e quali organizzazioni riceveranno in dono i fondi messi a disposizione dalla Fondazione del celebre attore ma, quasi sicuramente, tra i fortunati ci saranno il California Wolf Center, la Pacific Wolf Coalition l’International Fund for Animal Welfare, Save The Elephants, Tree People, WaterKeeper e il WWF.

Non è la prima volta che Di Caprio suscita l’interesse della stampa con le sue donazioni milionarie a favore dell’ambiente: negli anni scorsi ad esempio, finanziò con 7 milioni di dollari il progetto Obama per la tutela degli oceani e nel 2013 organizzò un’asta faraonica per sostenere la sua fondazione.

Dal 2010 quest’ultima ha sostenuto più di 70 progetti in oltre quaranta Paesi del mondo, in favore delle cause ambientaliste. L’attore effettua anche campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, veicolando attraverso i Social Network immagini che mostrano i devastanti effetti dei cambiamenti climatici.

L’anno scorso l’Onu ha nominato Di Caprio messaggero di pace delle Nazioni Unite con focus principalmente sui cambiamenti climatici. A marzo la Di Caprio Foundation ha anche annunciato una collaborazione con Netflix, colosso dello streaming, per la produzione di una serie tv su temi ambientalisti.

Nella prima edizione dell’asta di beneficienza, la Fondazione ha raccolto oltre 20 milioni di euro. I proventi dell’iniziativa sono soprattutto destinati a progetti per il clima e la tutela ambientale.E così, nello stesso periodo, Di Caprio decise di stupire tutti facendo una cospicua donazione per supportare il lavoro delle organizzazioni ambientaliste.

(Foto: United Nations Information Centres)

ambiente, Cambiamenti climatici, Leonardo Di Caprio, Leonardo Di Caprio Foundation


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto