Home Ambiente Firmiamo la petizione mondiale per togliere i sussidi ai petrolieri!

Firmiamo la petizione mondiale per togliere i sussidi ai petrolieri!

334
4
CONDIVIDI

Questo è un appello caloroso a tutti i lettori di AmbienteBio per attivarsi e poter fare qualcosa di concreto con un semplice “clic”.In questi giorni infatti, gli otto leader più potenti del mondo si incontreranno per il G8 e potrebbero trovare un accordo su un piano che potrebbe letteralmente fermare il cambiamento climatico!

Sembra assurdo, ma in questo momento, i nostri governi destinano tutti gli anni circa mille miliardi di dollari delle nostre tasse ai grandi del petrolio e del carbone che distruggono il nostro pianeta. I leader politici del mondo, incluso il Presidente Obama che ospita il G8, sono già d’accordo per bloccare questi finanziamenti a chi inquina. Questo è il momento di mantenere le loro promesse e di dirottare questa incredibile montagna di soldi sulle energie rinnovabili.
Il tempo delle interminabili discussioni è finito tanto più che i nostri leader hanno già dichiarato di essere d’accordo. Facciamo pressione e pressiamo sul Presidente Obama a guidare le più grandi economie del pianeta per far cambiare colore ai sussidi che attualmente sostengono chi inquina. Firma la petizione urgente qui sotto e girala a tutti: una enorme campagna li può costringere a prendere una decisione definitiva:

http://www.avaaz.org/it/a_new_plan_to_save_the_planet/?vl

L’unica ragione per cui riempiamo di soldi i forzieri dei grandi del petrolio è che i loro lobbisti tengono i nostri governi in una stretta che li asfissia da molti punti di vista. Ma se chiederemo ai nostri leader di investire nell’energia rinnovabile i soldi delle nostre tasse, aumenteremo gli investimenti globali nel mondo del 400% rendendo l’energia solare e l’energia eolica più economiche del petrolio e del carbone: in questo modo salveremmo il pianeta mettendo i potenti del petrolio fuori mercato!

Stiamo rapidamente raggiungendo un punto di non ritorno sul cambiamento climatico e ci vorranno anni per ottenere un trattato per prevenire la catastrofe. Fortunatamente, si sta creando una forte attenzione su questo nuovo piano per salvare il pianeta. La Nuova Zelanda, il Messico e la Svizzera stanno insistendo per trovare subito un accordo, e i responsabili delle politiche di ben 20 paesi inclusi gli Stati Uniti, il Brasile e Cina hanno appena espresso il loro supporto. Tutti i leader del G8 si sono impegnati pubblicamente a mettere fine a questi sporchi sussidi, e proprio ora il Presidente Obama sta promuovendo una legge per fermarli negli Stati Uniti.

Stanno finendo di distruggere il nostro pianeta ad una velocità terrificante e questa è la nostra migliore possibilità di fermare tutto ciò. E’ il momento per entrare in azione, ma senza un supporto pubblico, i potenti che inquinano potrebbero far fallire la proposta. Abbiamo il compito di contrastare i lobbisti con una straordinaria mobilitazione dei cittadini. Abbiamo due giorni per costringere Obama a guidare questo processo. Firma la petizione:

http://www.avaaz.org/it/a_new_plan_to_save_the_planet/?vl

Per troppo a lungo, progressi sulla soluzione globale al cambiamento climatico sono stati messi da parte per interessi personali e il profitto dei Grandi del Petrolio, del Carbone e del Gas. Ma finalmente i governi si stanno rendendo conto che tagliare i sussidi darebbe benefici al clima e aiuterebbe a bilanciare l’economia globale. Se alziamo la voce ora, assieme, il nostro movimento può costringere i nostri leader all’azione e liberare il mondo dalla tirannia dei carburanti fossili.

tratto da Avaaz

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here