Firmiamo la petizione mondiale per togliere i sussidi ai petrolieri!

Questo è un appello caloroso a tutti i lettori di AmbienteBio per attivarsi e poter fare qualcosa di concreto con un semplice “clic”.In questi giorni infatti, gli otto leader più potenti del mondo si incontreranno per il G8 e potrebbero trovare un accordo su un piano che potrebbe letteralmente fermare il cambiamento climatico!

Sembra assurdo, ma in questo momento, i nostri governi destinano tutti gli anni circa mille miliardi di dollari delle nostre tasse ai grandi del petrolio e del carbone che distruggono il nostro pianeta. I leader politici del mondo, incluso il Presidente Obama che ospita il G8, sono già d’accordo per bloccare questi finanziamenti a chi inquina. Questo è il momento di mantenere le loro promesse e di dirottare questa incredibile montagna di soldi sulle energie rinnovabili.
Il tempo delle interminabili discussioni è finito tanto più che i nostri leader hanno già dichiarato di essere d’accordo. Facciamo pressione e pressiamo sul Presidente Obama a guidare le più grandi economie del pianeta per far cambiare colore ai sussidi che attualmente sostengono chi inquina. Firma la petizione urgente qui sotto e girala a tutti: una enorme campagna li può costringere a prendere una decisione definitiva:

http://www.avaaz.org/it/a_new_plan_to_save_the_planet/?vl

L’unica ragione per cui riempiamo di soldi i forzieri dei grandi del petrolio è che i loro lobbisti tengono i nostri governi in una stretta che li asfissia da molti punti di vista. Ma se chiederemo ai nostri leader di investire nell’energia rinnovabile i soldi delle nostre tasse, aumenteremo gli investimenti globali nel mondo del 400% rendendo l’energia solare e l’energia eolica più economiche del petrolio e del carbone: in questo modo salveremmo il pianeta mettendo i potenti del petrolio fuori mercato!

Stiamo rapidamente raggiungendo un punto di non ritorno sul cambiamento climatico e ci vorranno anni per ottenere un trattato per prevenire la catastrofe. Fortunatamente, si sta creando una forte attenzione su questo nuovo piano per salvare il pianeta. La Nuova Zelanda, il Messico e la Svizzera stanno insistendo per trovare subito un accordo, e i responsabili delle politiche di ben 20 paesi inclusi gli Stati Uniti, il Brasile e Cina hanno appena espresso il loro supporto. Tutti i leader del G8 si sono impegnati pubblicamente a mettere fine a questi sporchi sussidi, e proprio ora il Presidente Obama sta promuovendo una legge per fermarli negli Stati Uniti.

Stanno finendo di distruggere il nostro pianeta ad una velocità terrificante e questa è la nostra migliore possibilità di fermare tutto ciò. E’ il momento per entrare in azione, ma senza un supporto pubblico, i potenti che inquinano potrebbero far fallire la proposta. Abbiamo il compito di contrastare i lobbisti con una straordinaria mobilitazione dei cittadini. Abbiamo due giorni per costringere Obama a guidare questo processo. Firma la petizione:

http://www.avaaz.org/it/a_new_plan_to_save_the_planet/?vl

Per troppo a lungo, progressi sulla soluzione globale al cambiamento climatico sono stati messi da parte per interessi personali e il profitto dei Grandi del Petrolio, del Carbone e del Gas. Ma finalmente i governi si stanno rendendo conto che tagliare i sussidi darebbe benefici al clima e aiuterebbe a bilanciare l’economia globale. Se alziamo la voce ora, assieme, il nostro movimento può costringere i nostri leader all’azione e liberare il mondo dalla tirannia dei carburanti fossili.

tratto da Avaaz

energia eolica, energia solare, fermare il cambiamento climatico, G8, sussidi ai petrolieri


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]