Trasformare l’aria in combustibile

Per ridurre gli effetti devastanti del cambiamento climatico, potrebbe venirci in aiuto la scoperta di un’azienda britannica che sostiene di aver inventato un processo in grado di produrre benzina e altri idrocarburi liquidi da biossido di carbonio (CO2) e vapore acqueo.

L’azienda ha sviluppato un sistema che cattura CO2 e acqua, quindi la miscela in idrocarburi che possono essere direttamente utilizzati nei motori a combustione. Pertanto, meno veicoli e contaminare l’aria notevolmente migliorare le città.

In una prima fase, l’acqua viene convertito in idrogeno tramite elettrolisi, mentre nella seconda fase, la CO2 si combina con idrogeno in un reattore per la produzione di benzina.

Allo stato attuale il progetto è legato e funziona alla normale energia elettrica della rete ma l’obiettivo, molto più sostenibile, è quello di legarlo direttamente alle energie rinnovabili, come ad esempio alle turbine eoliche. In tal modo questo progetto sarebbe completamente sostenibile e legato all’ambiente.

Il processi si articola in più fasi dove l’aria entra ad una soluzione di idrossido di sodio, mentre l’anidride carbonica viene assorbita dall’aria per reazione. La risultante soluzione di carbonato nella prima fase viene pompata ad una cella elettrolitica. A seguire poi un deumidificatore condensa l’acqua in aria, che passa la torre di idrossido di sodio a spruzzo, un elettrolizzatore scinde poi l’acqua in idrogeno e ossigeno.

L’ anidride carbonica e l’idrogeno vengono fatti reagire insieme per produrre una miscela di idrocarburi.
La produzione attuale di carburante è di 5-10 litri al giorno,  ma continuando nella ricerca e sviluppando in alta scala si vuole, ovviamente, notevolmente aumentare la produzione entro il 2015.

auto inquinanti, biocarburante, carburante da CO2, eco carburante


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter