Home Energia Olanda: pannelli solari nelle piste ciclabili

Olanda: pannelli solari nelle piste ciclabili

1243
0
CONDIVIDI

Mercoledì 12 novembre sarà inaugurata in Olanda la prima strada pubblica al mondo con pannelli solari incorporati. È una pista ciclabile che collega Krommenie e Wormerveer, due sobborghi di Amsterdam. Di questo tratto, 70 metri saranno costituiti da uno strato traslucido di vetro temperato, sotto cui saranno presenti file di celle solari costruite in silicio cristallino e racchiuse in moduli di calcestruzzo.

La strada è discretamente trafficata: basti pensare che, ogni giorno, circolano circa 2mila ciclisti, tra studenti e pendolari.

L’idea alla base di SolaRoad è semplice: la luce solare che colpisce la superficie stradale viene assorbita dalle celle disposte sotto il vetro e convertita in elettricità. Questo permette di trasformare il manto stradale in un gigante pannello solare. L’energia prodotta in questo modo troverà applicazioni pratiche nell’illuminazione stradale.

Il sistema è costituito da una serie di moduli in calcestruzzo di 2,5 per 3,5 metri che, come abbiamo detto rima, sono forniti di uno strato superiore trasparente in vetro temperato, che ha uno spessore di circa 1 cm.

Sotto il vetro si trovano le celle solari in silicio cristallino. Lo strato superiore è immediatamente riconoscibile e molto diverso dal piano stradale normale. La superficie, infatti, deve essere traslucida per consentire alla luce solare di filtrare e respingere lo sporco il più possibile. Per questo, la pista prevede una leggera inclinazione, per consentire alla pioggia di scivolare e avere una massima esposizione ai raggi solari. Al massimo della loro funzionalità, i pannelli sono infatti capaci di produrre il 30% di energia in meno rispetto a quelli fissati sui tetti. Allo stesso tempo, però, cosa non semplice, lo strato superiore deve essere abbastanza resistente e forte per realizzare una superficie stradale sicura.

L’opera è costata 3 milioni di euro.

Si prevede che il tratto solare raggiunga i 100 metri di copertura entro il 2016, ma l’obiettivo degli ideatori è più ambizioso. Sembra infatti che i pannelli potrebbero essere installati nel 20% dei 140mila km di strade olandesi, fornendo in questo modo elettricità sia ai semafori che alle auto elettriche.

A chi si chiede se le lastre riescano a sostenere il peso delle macchine, ai test di resistenza i pannelli sono riusciti a sostenere veicoli pesanti come i trattori. Per adesso, comunque, si parla di copertura solo di tratti ciclabili e pedonali. Più in là l’azienda, la SolaRoad, valuterà la possibilità di inserire il sistema anche nelle normali strade per il traffico automobilistico.

(Foto: Solaroad)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.