Home Energia La maratona di Parigi genera energia grazie ai podisti

La maratona di Parigi genera energia grazie ai podisti

237
0
CONDIVIDI

Durante le maratone si spende una notevole quantità di energie e allora perchè non immagazzinare questa energia? Solitamente le maratone si svolgono in grandi città come New York, Londra o Madrid, l’ultimo fine settimana della maratona si è tenuto a Parigi e ha voluto recuperare, per l’appunto,  una parte dell’energia prodotta dai quasi 40.000 corridori.

La gara è stata sponsorizzata, tra gli altri, da Schneider Electric, che ha voluto realizzare una iniziativa ecocompatibile relativa al suo settore. Ha installato per 25 metri delle piastrelle speciali che raccolgono l’energia dai passi dei corridori e automaticamente producono elettricità.

Dopo la raccolta, l’energia viene trasferita ad una batteria e utilizzata per segnali elettrici e schermi che servivano per comunicare durante la celebrazione della maratona. Ogni passo potrebbe generare fino a 8 watt di potenza.

I pannelli sono prodotti dalla Pavegen società, con sede a Londra, questo tipo di piastrella è già stato utilizzato nelle stazioni della metropolitana, centri commerciali, scuole e altri eventi che coinvolgono molte persone. Logicamente, i posti migliori per installarli sono grandi città e altri luoghi dove i pedoni passano costantemente.

Il prodotto è relativamente nuovo e ad ora, ha un costo elevato. L’obiettivo finale della prova, era quello di ottenere almeno sette ore o kilowatt di energia elettrica, corrispondenti all’accensione di una lampadina per cinque giorni. L’efficienza non è ancora molto elevata, ma il progetto sta prendendo sempre più piede e l’idea finale sarà quello di inserirlo nei marciapiedi di tutte le città.