La maratona di Parigi genera energia grazie ai podisti

Durante le maratone si spende una notevole quantità di energie e allora perchè non immagazzinare questa energia? Solitamente le maratone si svolgono in grandi città come New York, Londra o Madrid, l’ultimo fine settimana della maratona si è tenuto a Parigi e ha voluto recuperare, per l’appunto,  una parte dell’energia prodotta dai quasi 40.000 corridori.

La gara è stata sponsorizzata, tra gli altri, da Schneider Electric, che ha voluto realizzare una iniziativa ecocompatibile relativa al suo settore. Ha installato per 25 metri delle piastrelle speciali che raccolgono l’energia dai passi dei corridori e automaticamente producono elettricità.

Dopo la raccolta, l’energia viene trasferita ad una batteria e utilizzata per segnali elettrici e schermi che servivano per comunicare durante la celebrazione della maratona. Ogni passo potrebbe generare fino a 8 watt di potenza.

I pannelli sono prodotti dalla Pavegen società, con sede a Londra, questo tipo di piastrella è già stato utilizzato nelle stazioni della metropolitana, centri commerciali, scuole e altri eventi che coinvolgono molte persone. Logicamente, i posti migliori per installarli sono grandi città e altri luoghi dove i pedoni passano costantemente.

Il prodotto è relativamente nuovo e ad ora, ha un costo elevato. L’obiettivo finale della prova, era quello di ottenere almeno sette ore o kilowatt di energia elettrica, corrispondenti all’accensione di una lampadina per cinque giorni. L’efficienza non è ancora molto elevata, ma il progetto sta prendendo sempre più piede e l’idea finale sarà quello di inserirlo nei marciapiedi di tutte le città.

energia rinnovabile, idee energia, risparmio energia


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]