Home Energia Il Sistema Solare Aqua

Il Sistema Solare Aqua

336
0
CONDIVIDI

Paradigma è la prima ed unica azienda che propone l’innovativo Sistema Solare AQUA, una tecnologia all’avanguardia testata dall’ITW- Istituto per la Termodinamica dell’Università di Stoccarda.

Ma che cosa lo differenzia dagli altri sistemi solari termici presenti sul mercato?

Innanzitutto l’assenza del glicole utilizzato tradizionalmente come liquido termovettore negli impianti. Il glicole, sostanza chimica non naturale, viene sostituito dall’acqua, ciò rende il sistema da una parte completamente ecologico, dall’altra molto più semplice perché il circuito di riscaldamento è unico. I pannelli solari termci, infatti, sono direttamente collegati all’impianto/circuito di riscaldamento, per questo viene utilizzato lo stesso scambiatore di calore nel bollitore. Il liquido solare scende nel bollitore sempre a temperature elevate e ciò permette un’elevata stratificazione all’interno del bollitore/accumulo.

L’altro aspetto fondamentale che differenzia il Sistema Solare AQUA da quelli tradizionali è  il funzionamento basato sul cosiddetto principio di “scarico a secchio”.

LA NOVITÀ: L’ACQUA COME TERMOVETTORE

Nel Sistema Solare AQUA, il liquido termovettore è semplicemente l’acqua che ricordiamo avere notevoli vantaggi rispetto al glicole (vedi tabella) e che non necessita di uno scambiatore di calore dedicato nel sistema, perché è la stessa del circuito di riscaldamento.

 

 

Ma l’acqua non gela?

Il Sistema Solare AQUA è dotato di un’evoluta funzione antigelo: la pompa solare, che fa muovere e circolare l’acqua nell’impianto solare, si accende (quando la temperatura del liquido scende sotto un determinato livello) secondo un preciso algoritmo che distribuisce nella rete delle tubazioni solari (di diametri ridotti, quindi con basso contenuto) l’esatta quantità di energia necessaria ad evitare in modo affidabile un eventuale rischio di gelo. La funzione antigelo è in grado di gestire situazioni anche con temperature fino a -25°, sostituendo pienamente la capacità anticongelante dell’ormai superato glicole.

L’INNOVAZIONE: IL PRINCIPIO DEL SECCHIO

La pompa dell’impianto solare si accende soltanto quando la temperatura di mandata solare è uguale o superiore alla temperatura desiderata nel bollitore per poi scaricarla come fosse una “secchiata” all’interno del bollitore/accumulo. Per questo la caldaia e l’impianto solare termico possono condividere lo stesso scambiatore all’interno del bollitore. Avendo temperature di mandata del liquido solare elevate, il pannello solare termico può essere considerato come una caldaia aggiuntiva: scaricando solo acqua ad alta temperatura e diretta nella parte alta del bollitore, la sonda di accensione della caldaia si mantiene calda, evitando così frequenti accensioni. Il Sistema Solare AQUA sfrutta l’altissimo isolamento termico dei pannelli solari termici sottovuoto, conosciuti per l’elevata efficienza dovuta alle minime perdite di calore (effetto “thermos” dei tubi in vetro), che li rende in grado di produrre energia termica a temperature molte elevate.