Home Energia Far volare gli aerei con la spazzatura. Il progetto della British Airways

Far volare gli aerei con la spazzatura. Il progetto della British Airways

488
0
CONDIVIDI

Utilizzare i rifiuti per far volare gli aerei. È questo il progetto della British Airways che proverà ad alimentare i propri velivoli con un nuovo carburante ricavato dai rifiuti e prodotto dalla Solena Fuels.

A partire dal 2017, quindi, la compagnia aerea potrebbe essere in grado di alimentare tutti i suoi voli dal City Airport di Londra al John F. Kennedy International Airport di New York utilizzando gli scarti prodotti dai cittadini londinesi.

Sembra che la British Airways abbia già commissionato centinaia di galloni di combustibile per un valore di oltre 363 milioni di euro. Il biocarburante prodotto dai rifiuti sarà generato in un’ex raffineria di petrolio situata alle porte di Londra.

Il prezzo sembra esorbitante, eppure la compagnia risparmierà molti soldi, visto che la spazzatura come materia prima è decisamente più economica e sostenibile del greggio e delle biomasse per la produzione di carburanti.

Il progetto, che prende il nome di “GreenSky London” è molto ambizioso e, in effetti, assegnerebbe alla British Airways il titolo di prima compagnia al mondo a tentare di convertire i rifiuti in combustibile “drop in”, cioè che può essere impiegato in maniera diretta o come integrazione ai normali carburanti utilizzati per l’aviazione.

La Solena Fuels, dopo aver avviato il riciclo per tutti i materiali che possono essere recuperati come vetro, carta e plastica, utilizzerà la spazzatura rimanente, che in genere è destinata alla discarica, per trasformarla in gas. Il gas prodotto sarà successivamente convertito in carburante da utilizzare per far volare gli aerei ad alta quota.

Willie Walsh, amministratore delegato della British Airways IAG, ha dichiarato: “Siamo costantemente impegnati a ridurre il nostro impatto sul cambiamento climatico e il primo progetto nel suo genere segna un passo significativo per l’industria aeronautica. La costruzione della struttura GreenSky London Thames Enterprise Park permetterò alla British Airways di gettare le basi per ridurre in modo significativo le sue emissioni di carbonio. Il carburante sostenibile per i jet prodotto ogni anno sarà sufficiente ad alimentare i nostri voli da Londra City Airport con due volte un risparmio di carbonio equivalente a 150.000 automobili dalla strada”.

Utilizzare i rifiuti, secondo l’amministratore delegato della Solena Fuels avrebbe il vantaggio di smaltire la spazzatura presente in discarica, utilizzando mezzi e infrastrutture per la raccolta che sono già ampiamente funzionali e disponibili. Sono infatti pienamente operativi e disposti in modo capillare sull’intero territorio.

Il capo del International Airlines Group Willy Welch ha infine spiegato che dal progetto saranno elaborate circa 575 tonnellate di rifiuti provenienti dal centro di riciclaggio. Da quel volume di rifiuti si prevede di ricavare fino a 120 tonnellate di carburante liquido.

(Foto: markyharky)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here