Eco-city: in Turchia le case si riscaldano coi pistacchi

Utilizzare i gusci dei pistacchi per riscaldare le case. Sembra un’idea folle, eppure qualcuno ci ha pensato e la sta anche realizzando!

In Turchia è stato dato il via a un nuovo programma di “Eco-City”, all’interno del quale è prevista la realizzazione di un riscaldamento per gli edifici, realizzato utilizzando le bucce dei pistacchi come combustibile naturale.

La Turchia è uno dei principali produttori mondiali di pistacchi: solo lo scorso anno, ne ha esportato circa 6.800 tonnellate.

Gaziantep è una particolare zona, situata nella regione sud-orientale del paese, dove viene prodotta la maggiore quantità di pistacchi della nazione. L’area si estende per 3.200 ettari e, solo lo scorso anno, ha esportato 4mila tonnellate di pistacchi.

È proprio all’interno di quest’area, situata tra le città di Gaziantep e Kilis, che i funzionari stanno attualmente esaminando dei piani per costruire la prima città ecologica del paese con edifici sia pubblici che privati riscaldati bruciando gusci di pistacchio.

Seda Muftuoglu Gulec, esperto di bioedilizia, ha affermato: “Il potenziale di Gaziantep nella produzione di pistacchi è noto, così come la considerevole quantità di gusci di scarto che ne rimane”.

L’idea di utilizzare questi scarti di produzione per riscaldare le case è partita dall’intuizione di alcuni ingegneri francesi, facenti parte della società d’ingegneria francese Burgeap, che hanno capito che i gusci, con il loro potere calorifico di 19,26 Megajoule per chilogrammo, potevano rappresentare un’ottima fonte di energia, la migliore a disposizione di quella particolare zona.

Gulec ha spiegato alla stampa che, quando si progetta un’idea di eco-città, bisogna ragionare sulle risorse naturali che si hanno a disposizione in quella particolare zona. E di gusci di pistacchi ce ne sono veramente in abbondanza!

Secondo Burgeap, la biomassa prodotta dai pistacchi sarebbe sufficiente a riscaldare ben 55 ettari di edifici pubblici. La città, come abbiamo detto in precedenza, ricopre circa 3.200 ettari e ospiterà 200 mila persone.

I progettisti hanno affermato che il 60% del riscaldamento della regione potrebbe basarsi su fonti rinnovabili.

Il progetto è ancora in attesa di approvazione da parte delle autorità locali ma, se otterrà i consensi sperati, da parte dei comuni e dei proprietari terrieri, presto potrebbe nascere la prima ecocity del Paese.

Delle proprietà dei pistacchi abbiamo già abbondantemente parlato: sappiamo ad esempio che sono ottimi per la salute del cuore, per il sistema nervoso, per gli occhi e sono un’ottima fonte di proteine vegetali. Oggi, possiamo dire che sono capaci anche di produrre energia pulita!

(Foto: Brett Jordan)

bioedilizia, biomassa, città ecologica, Ecocity, energia pulita, fonti rinnovabili, Gaziantep, turchia


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto