Home Energia Comuni rinnovabili: in Trentino l’energia green prodotta supera i consumi

Comuni rinnovabili: in Trentino l’energia green prodotta supera i consumi

1394
0
comuni rinnovabili

Il maggior numero di comuni rinnovabili si trova in Trentino Alto Adige, dove la potenza degli impianti si attesta a 3.759 megawatt, cioè il 95% del totale. Sono questi i dati snocciolati da Legambiente, in occasione dell’arrivo del Treno Verde 2030, nella città di Trento.

Ecco come è stato raggiunto il primato.

Comuni rinnovabili: il primato è in Trentino

I dati sono contenuti nel rapporto ‘Comuni rinnovabili’ di Legambiente, presentato in occasione dell’arrivo del Treno Verde a Trento.

Durante la tappa finale del percorso intrapreso dal treno, Trento è stata premiata per la diffusione di impianti a fonte rinnovabile.

Katiuscia Eroe, responsabile energia di Legambiente ha affermato in occasione dell’evento: «Questa è l’unica regione italiana con 34 Comuni 100% rinnovabili, che riescono a produrre grazie a fonti sia elettriche che termiche più energia di quella di cui ha bisogno il territorio stesso».

Un traguardo che ha radici nella storia di questa regione e in un lavoro di diversi decenni:

«Il Trentino-Alto Adige è uno dei territori che da trent’anni si muovono nella direzione delle fonti rinnovabili. Un’eccellenza che mostra come queste tecnologie siano in grado non solo di portare vantaggi ambientali ed economici ai cittadini, ma anche di entrare nel bilancio energetico di aziende e territori modificando profondamente il sistema energetico del nostro Paese», continua la responsabile energia di Legambiente.

Gli impianti che producono di più

Cento per cento di rinnovabili in grado di produrre più energia elettrica e termica rispetto al quantitativo consumato dai residenti.

Ma quali sono gli impianti più produttivi? A trainare il settore, gli impianti di energia idroelettrica che costituiscono il 91,8% del totale prodotto. Segue il fotovoltaico con il 4,5%, le bioenergie (3,7%) e l’eolico (0,1%).

Stando ai dati contenuti nel rapporto di Legambiente, il territorio trentino conta oggi su una potenza netta offerta dagli impianti rinnovabili di 3.759 MW. Si tratta dell’unica regione che possiede un numero significativo di comuni rinnovabili, in grado di soddisfare tutto il fabbisogno dei propri cittadini. Non solo: ci sono altri 63 comuni che, attraverso le risorse rinnovabili, producono più energia elettrica di quella consumata.

Tra i comuni rinnovabili più virtuosi troviamo Dobbiaco con i suoi 1.590 kW fotovoltaici e 1.279 kW di mini-idroelettrico. O ancora Prato allo Stelvio, completamente autosufficiente dal punto di vista energetico.

A questi comuni rinnovabili, e al Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, Legambiente ha conferito il premio “RinnovABILI”.

Il trend in Italia

Sui 7.978 comuni italiani, stando ai dati di Legambiente, sono 3021 i comuni rinnovabili capaci di coprire, e superare, il fabbisogno energetico delle proprie famiglie, grazie a una o più fonti rinnovabili. Salgono invece a 40 i Comuni 100%rinnovabili, dove le energie pulite soddisfano tutti i consumi elettrici e termici riducendo le bollette di cittadini e imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.