Quante persone saranno interessate in percentuale? “Non è possibile prevederlo – risponde la dottoressa Russo, capo della Direzione prevenzione della Regione Veneto – e bisogna anche considerare che, oltre all’esposizione ai Pfas, il singolo potrebbe avere delle altre condizioni di rischio”. La Regione non vuole creare allarmi, ma la statistica è anche uno strumento di previsione. E ormai ci dice che il 64 per cento degli abitanti dei 32 comuni della zona Rossa (i più popolosi sono Legnago, Lonigo, Montagnana, Cologna Veneta e Noventa Vicentina) sono contaminati. Se la percentuale viene calcolata sugli 85mila interessati agli esami, si arriva a una ipotetica cifra di 54mila persone contaminate, anche se molte di loro non lo sanno perché non si presentano a sottoporsi agli esami.