Vacanze green? Ecco le mete migliori per il 2016 secondo Lonely Planet

Ogni anno, Lonely Planet stila diverse classifiche su come trascorrere le vacanze durante il periodo natalizio. Quest’anno, ha raccolto una serie di esperienze considerate “top” per il 2016 e volte a coniugare la passione per la natura all’amore per i viaggi. I consigli sono raccolti nel “Best in travel 2016“.

Diamo un’occhiata a questa lista.

Iniziamo col dire che di suggerimenti su come trascorrere le vacanze ce ne sono di tutti i tipi (per turisti avventurosi o per tutta la famiglia) e collocati in varie latitudini: dal dar da mangiare ai panda in Cina, all’aiutare a salvare le scimmie in Sudafrica, fino al tentare un incontro ravvicinato con le “sirene” nelle Filippine. Esperienze a strettissimo contatto con la natura, durante le quali riscoprire il proprio amore per animali e foreste o dare una mano a tutelarle.

Cina: al centro di ricerca Chengdu, le famiglie possono osservare e “abbracciare” i panda. Il centro di ricerca, attivo dal 1987, cerca di salvare e proteggere questi splendidi esemplari di panda giganti in via di estinzione.

Sudafrica: potete iscrivervi a un programma di volontariato per partecipare alla preparazione di cibo, alla pulizia e manutenzione dei recinti, all’osservazione del comportamento di questi primati.

Per gli amanti delle esperienze estreme e avventurose, in Australia c’è la possibilità di mettere alla prova la propria sopravvivenza nell’Outback, fra i posti meno ospitali del mondo, imparando a sopravvivere nel ‘bush’ insieme a specie animali fra le meno rassicuranti, in primis serpenti e piante letali.

Dalla Slovenia alle Filippine, invece, sono disponibili le esperienze più bizzarre tra gli animali.
Gli esperti di Lonely Planet invitano a considerare incontri ravvicinati con i “draghi” delle grotte slovene di Postumia, un vivaio in cui nuotano esemplari di protei, anfibi ciechi che sembrano piccoli draghi.

Nelle Filippine, invece, si trovano i dugonghi, i cui avvistamenti nell’antichità fecero nascere il mito delle creature metà pesce e metà donna.

Per gli “unicorni marini” il luogo migliore è invece la Groenlandia: a maggio una crociera è l’esperienza migliore per gli avvistamenti di narvali.

Queste sono le vacanze green suggerite dalla Lonely Planet. Un po’ estreme e lontane probabilmente.

Per vivere delle vacanze veramente sostenibili, però, non è necessario andare così lontani da casa. Se avete nel cuore il desiderio di fare qualcosa di veramente utile, ma nelle tasche non avete i soldi sufficienti per fare grandi viaggi, potete recarvi nei più vicini canili o centri di ricovero per animali abbandonati o senzatetto. Senza spesa, solo quella del vostro tempo, potrete rendere questo Natale migliore per voi e per gli altri.

In più, vi suggeriamo di dare un’occhiata all’ecodecalogo di Greenpeace: dieci semplici regole per vivere il Natale in maniera più sobria, nel rispetto dell’ambiente (e di noi stessi).

(Foto: lonelyplanet.com)

Eco viaggi, lonely planet, vacanze, Vacanze green


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter