coltivare lavanda

Rivoluzione viola: gli agricoltori indiani si rivolgono alla lavanda per combattere la siccità

Coltivare lavanda: Di fronte al cambiamento climatico, gli agricoltori di Jammu e Kashmir stanno passando dal mais agli oli essenziali.

Nei 30 villaggi sulle pendici collinari del distretto di Doda di Jammu, più di 200 agricoltori sono passati dalla produzione di mais a quella di lavanda, dando il via a una “rivoluzione viola” nella regione.

Il villaggio di Lehrote ha avuto un momento di fama agricola quest’anno quando un agricoltore di 43 anni, Bharat Bhushan, ha vinto un prestigioso premio per l’agricoltura innovativa dall’Indian Agricultural Research Institute, una delle numerose istituzioni in tutto il paese che cercano di trovare modi per far fronte alla crisi climatica e al suo impatto devastante sull’agricoltura. La lavanda, una coltura resistente alla siccità, può essere coltivata su terreni poveri e ama molto sole ma ha bisogno di poca acqua.

“Ho iniziato a coltivare la lavanda nel 2010, esitante, come esperimento grazie all’incoraggiamento dell’Istituto indiano di medicina integrativa [IIIM] Jammu”, afferma Bhushan. “È facile da coltivare e non richiede molta irrigazione. Ho usato solo sterco di vacca come letame. ” In due anni guadagnava quattro volte di più rispetto alla coltivazione del mais.

“Vedendo il mio successo, molti hanno seguito l’esempio e ora più di 500 agricoltori in questa zona che fanno parte di gruppi di auto-aiuto sono impegnati in questa occupazione. Ho anche avviato due vivai per la propagazione degli alberelli di lavanda. Il villaggio è diventato un centro di produzione e distillazione della lavanda “, dice Bhushan, che ha anche installato macchinari per estrarre l’olio dai fiori di lavanda.

“La parte migliore della coltivazione della lavanda è che molte donne nei villaggi a cui non è permesso lavorare fuori casa sono state incoraggiate a coltivare la lavanda intorno alle loro case perché è redditizia, e questo le ha rese autosufficienti”, dice.Le donne che non sono autorizzate a lavorare lontano dai loro villaggi possono coltivare la lavanda intorno alla loro casaBharat Bhushan, agricoltore

“La domanda interna di olio di lavanda è elevata e vendiamo olio distillato direttamente a clienti industriali nelle città dell’India, come Mumbai e Delhi. Vendiamo anche lavanda essiccata per pot-pourri, bustine e composizioni floreali e idrosol, che si forma dopo la distillazione dai fiori, utilizzato per fare saponi e deodoranti per ambienti “.

Bhushan è stato ispirato da una videoconferenza con il primo ministro indiano, Narendra Modi, e il Council of Scientific and Industrial Research (CSIR), che nel 2016 ha lanciato la Aroma Mission, incoraggiando gli agricoltori i cui mezzi di sussistenza sono stati colpiti dall’emergenza climatica a coltivare colture come lavanda, rosmarino e citronella e piante medicinali come l’ ashwagandha , noto anche come ginseng indiano o Withania somnifera . Fornisce talee, aiuta nella creazione di unità di distillazione per gruppi di 50 agricoltori, verifica la qualità dell’olio e aiuta a trovare acquirenti.

“La lavanda è una coltura originaria dell’Europa, ma è stata introdotta nelle regioni temperate di questo stato dalla CSIR Aroma Mission nei distretti di Doda, Kishtwar e Rajouri”, afferma Sumeet Gairola, scienziato senior presso l’istituto. “Nel 2017 sono stati istituiti cinque laboratori in tutta l’India con l’obiettivo di aiutare gli agricoltori a coltivare 20 colture medicinali e aromatiche, su 6.000 ettari [15.000 acri] in tutta l’India”.

Le proprietà facili da coltivare della lavanda la rendono popolare tra gli agricoltori, dice. “Il reddito generato dalla coltivazione della lavanda è molto migliore rispetto alla coltivazione di colture come il mais. Un ettaro di terreno può generare dai 30 ai 45 litri di olio di lavanda, molto richiesto come olio aromatico essenziale “.

Molti agricoltori del Kashmir stanno iniziando a coltivare il raccolto, spesso coltivandolo insieme ai meleti. Recentemente, il CSIR ha annunciato l’espansione della Missione Aroma, con il lancio a cui hanno partecipato agricoltori di altri stati del nord come Uttarakhand, Nagaland e Assam, quindi le fioriture viola potrebbero presto diventare una vista comune in tutta l’India.

coltivare lavanda


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto