Home Ambiente Ciclovia Tirrenica: firmato l’accordo per il tracciato di 1200 km

Ciclovia Tirrenica: firmato l’accordo per il tracciato di 1200 km

9195
0
CONDIVIDI
ciclovia

Lazio, Liguria e Toscana firmano un accordo per la creazione della Ciclovia Tirrenica, un tracciato per cicloturisti che avrà un’estensione di 1200 km e collegherà Ventimiglia a Roma. Il termine dei lavori è previsto per il 2020.

L’accordo è firmato. La Ciclovia Tirrenica sarà realtà in futuro. Lunga da Ventimiglia a Roma sarà 1200 km. Il protocollo è stato firmato oggi a Firenze dagli assessori alle infrastrutture di tre Regioni: Liguria, Lazio e Toscana.

La ciclovia: gli itinerari

Una volta realizzata, la Ciclovia Tirrenica permetterà ai turisti di pedalare su tutto il lungomare, sulla costa ligure e toscana. Per approdare poi sul litorale laziale. Nel bel mezzo del percorso i cicloturisti potranno attraversare località famose e luoghi della tradizione. Solo in Toscana la Ciclovia interessa siti archeologici come Populonia, la Versilia, la Costa degli Etruschi. Ma anche città d’arte come Pisa, aree naturali protette come il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e quelli regionali di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli e della Maremma.

Nel Lazio il tracciato è di circa 200 km e tocca siti di valore archeologico come Tarquinia, borghi caratteristici e aree naturali protette come la Riserva Statale del Litorale Romano e il Monumento naturale Palude di Torre Flavia.

Il tracciato invece della Ciclopista tirrenica in Liguria sarà invece 460 km e avrà come tappe: i Balzi Rossi, Ventimiglia, Albenga e Luni, borghi caratteristici e aree naturali protette (tra cui il Parco Nazionale delle Cinque Terre e quello Regionale di Monte Marcello Magra). E tre siti UNESCO Beigua Geopark, Centro storico di Genova e Cinque Terre.

Dei 1200 km previsti in totale, 700 di questi sono già percorribili. La realizzazione totale del percorso è prevista entro il 2020.

«La ciclovia creerà occupazione»

Giacomo Giampedrone, assessore regionale alle Infrastrutture per la Liguria spiega l’utilità della ciclovia. Oltre “a essere un itinerario di straordinario valore culturale, paesaggistico e naturalistico”,  sarà anche “una preziosa occasione di lavoro” per un modello turistico che nel Nord Europa è già sviluppato e “inizia a prendere campo”. Inoltre, l’assessore spiega come il progetto sia molto ambizioso e sostiene un turismo sostenibile che oggi è una richiesta sempre più frequente tra i turisti che vengono dall’Europa.

Per la Liguria c’è un vantaggio in più da considerare. Quella di poter collegare tutta la Regione, da Ventimiglia a Sarzana.

Ciclovia: alla ricerca dei fondi europei

Il finanziamento del progetto passa attraverso i fondi europei. Se le tre Regioni sapranno ottenerli, i lavori partiranno subito, con la speranza di poter terminare i lavori entro il 2020:




«Rispetto ai nostri antagonisti  che cercheranno di ottenere i finanziamenti europei noi abbiamo un territorio straordinario, che si sviluppa lungo la costa e risulta invidiabile a livello internazionale», continua Giampedrone.

LEGGI ANCHE: 5 lezioni green che possiamo imparare dall’Olanda

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here