bombe di semi

Bombe di semi al posto dei fuochi d’artificio per festeggiare le feste. L’iniziativa ecologica

Il gruppo Jujuy “El Rescate” ha lanciato un’iniziativa ecologica e ha scoraggiato l’uso di suoni pirotecnici, invitando le persone a creare bombe di semi e farle esplodere in lotti liberi durante le festività di fine anno.

Una fondazione Jujuy ha lanciato un’iniziativa ecologica per scoraggiare l’uso di suoni pirotecnici, invitando la creazione di bombe di semi e farle esplodere nei lotti liberi durante queste festività di fine anno.

Il gruppo, denominato “El Rescate”, opera in un quartiere della città Argentina Jujuy creando attività educative e ricreative per adolescenti, e quest’anno ha voluto aggiungere un’azione di intervento sociale per ispirare, aiutare e sensibilizzare.

La missione è sganciare le bombe in lotti vuoti o campi aperti, in modo che i loro semi possano germogliare naturalmente e i quartieri sembrino più fioriti.

“Abbiamo pensato che l’idea di festeggiare in modo diverso e con un’azione che aiuta un altro ci è sembrata bellissima”, ha detto a Télam il presidente dell’ente, Carlota Bonzano, sottolineando le molteplici finalità dell’iniziativa.

La missione è sganciare le bombe in lotti vuoti o campi aperti, in modo che i loro semi possano germogliare naturalmente e i quartieri abbiano un aspetto più fiorito o, se gli ortaggi crescono, chi ne ha bisogno può trarne vantaggio.

La proposta è aperta sia agli adolescenti che alle famiglie e l’intenzione è che dalle loro case realizzino le bombe di semi, siano esse di fiori, alberi autoctoni o ortaggi, per i quali è stato pubblicato il facile passo dopo passo in un tutorial caricato sul profilo di Youtube Fondazione El Rescate.

Allo slogan si aggiunge la richiesta di filmare con il cellulare l’intero processo di creazione delle bombe e la loro distribuzione, per poi montare un video con il maggior numero di adesioni raggiunto.

“All’inizio avevamo deciso di affrontare l’idea all’interno della Fondazione di fare qualcosa insieme anche se siamo lontani a causa della pandemia, poi è stato quando abbiamo pensato di aprirla alla società e cercare di arrivare ovunque, visto che la partecipazione avviene attraverso il video” Ha raccontato Bonzano.

“Abbiamo pensato che fosse fantastico parlare di bombe senza scoppiare proprio ora che anche la legge è stata approvata”, ha aggiunto a proposito della recente promulgazione del regolamento pirotecnico zero rumore a livello provinciale.

Bonzano ha sottolineato di avere già i primi video con bombe di semi germinanti, realizzati dai bambini dell’asilo nido Arca de Noe, entità a cui appartiene anche lo spazio in cui opera la Fondazione.

Il Rescue è operativo da un decennio e attualmente contiene più di 30 ragazzi, con cinque professionisti che collaborano stabilmente.

bombe di semi


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.