foresta fossile

Foresta fossile: la più antica al mondo trovata in una cava a New York

La più antica foresta fossile al mondo è stata trovata in una cava di arenaria presente nel distretto di New York, gli alberi avrebbero ospitato insetti primitivi circa 150 milioni di anni prima che i dinosauri si evolvessero.

La foresta, trovata nella città del Cairo, si sarebbe estesa da New York alla Pennsylvania e oltre, ed è stata datata a circa 386 milioni di anni. È una delle sole tre foreste fossili conosciute risalenti a questo periodo e più vecchie della più antica foresta fossile, conosciuta a Gilboa, sempre nello stato di New York.

“Queste foreste fossili sono estremamente rare”, ha affermato Chris Berry della School of Earth and Ocean Sciences dell’Università di Cardiff. “Per capire davvero come gli alberi hanno iniziato ad assorbire anidride carbonica dall’atmosfera, dobbiamo capire l’ecologia e gli habitat delle foreste più antiche.”

Foresta fossile di Gilboa

La foresta sarebbe stata abbastanza aperta e i suoi alberi secolari sembrerebbero estranei all’occhio moderno. Un camminatore avrebbe incontrato gruppi di Cladoxylopsid, un albero senza foglie alto 10 metri con una base gonfia, rami corti che ricordavano bastoncini di sedano e radici superficiali simili a nastri. I fossili rivelarono anche un albero chiamato Archaeopteris, qualcosa di simile a un pino, ma invece di aghi i rami e il tronco erano ornati da fronde simili a felci, che gli conferivano un aspetto quasi peloso. Archaeopteris presentava anche enormi radici legnose, che non erano mai state viste in precedenza in foreste di questa era.Advertisement

La foresta preistorica sarebbe stata scarsa sulla fauna selvatica. I primi dinosauri sarebbero apparsi solo 150milioni di anni dopo e non c’erano ancora vertebrati sulla terra e uccelli. Gli occupanti primari della foresta erano creature simili a millepiedi, chiamate miriapodi e alcuni altri insetti primitivi che potevano o meno aver iniziato a volare.

I guardiani della Foresta sono i martiri di Madre Terra: nella lunga strage gli ultimi due omicidi in Brasile e Colombia. I mandanti? I soliti ignoti

L’emergere di foreste è uno degli eventi più trasformativi nella storia della Terra, segnando cambiamenti permanenti in ecologia, livelli di CO2 atmosferica e clima. Prima delle foreste, i livelli di CO2 erano molto più alti e il clima della Terra era più caldo senza calotte di ghiaccio. Alla fine del periodo Devoniano, circa 350 milioni di anni fa, c’erano ghiacciai e, poco dopo, il ghiaccio polare divenne permanente.

Ritratto di

Tuttavia, ci sono stati così pochi resti fossili di primi alberi che gli scienziati hanno avuto solo una vaga idea di quali alberi dominavano quali habitat, in che modo i sistemi di radici alteravano la chimica del suolo e come le foreste aprivano nuove nicchie ecologiche per gli animali.

“Queste straordinarie scoperte ci hanno permesso di allontanarci dalle generalità dell’importanza delle grandi piante che crescono nelle foreste”, ha affermato Berry. “Stiamo davvero riuscendo a gestire la transizione della Terra in un pianeta boscoso”.

Stefano Boeri crea la “città-foresta” che assorbe l’inquinamento

Oggi le foreste coprono circa il 30% del pianeta e vengono ripulite su vasta scala. Tra il 1990 e il 2016, il mondo ha perso 502.000 miglia quadrate di foreste, secondo la Banca mondiale – un’area più grande del Sudafrica – e circa il 17% della foresta pluviale amazzonica è stata bonificata negli ultimi 50 anni . Anche senza tenere conto dell’impatto della combustione di combustibili fossili, la deforestazione potrebbe portare a profondi cambiamenti nell’ecosistema e nel clima del mondo. “Se si inverte quel processo [di forestazione] probabilmente si perde il ghiaccio”, ha detto Berry.

foresta fossile, Gilboa


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.