Home Alimentazione Biologica Zenzero: proprietà, benefici e come usarlo in cucina

Zenzero: proprietà, benefici e come usarlo in cucina

16550
0
CONDIVIDI
Tutti i magnifici benefici dello zenzero

Lo zenzero è una vera e propria miniera di proprietà e benefici dell’organismo! E pensare che il nostro elenco poteva essere ancora più lungo…

Proprietà e benefici dello zenzero non saranno mai decantate abbastanza! Questa radice dal sapore inconfondibile ci aiuta in un’enorme quantità di problemi e previene tanti disturbi e malattie. E non lo diciamo noi! Ormai ci è arrivata anche la scienza, da diverso tempo: tanti studi ne dimostrano le proprietà benefiche.

Facciamo un riepilogo generale di tutto il sapere che abbiamo accumulato in questi anni.

Zenzero: valori nutrizionali

Partiamo innanzitutto dai valori nutrizionali. 100 grammi di radice fresca, contengono:

  • 80 kcal
  • Calcio: 16 mg
  • Carboidrati: 17,77 g
  • Colesterolo: 0 mg
  • Ferro: 0,6 mg
  • Fibra alimentare: 2 g
  • Grassi: 0,75 g
  • Magnesio: 43 mg
  • Potassio: 415 mg
  • Proteine: 1,82 g
  • Sodio: 13 mg
  • Zuccheri: 1,7 g
  • Vitamina C: 5 mg

Zenzero: benefici e proprietà

Passiamo ora a vedere come questa spezia può aiutarci nella vita di tutti i giorni, passando in rassegna i principali benefici per il nostro organismo.

Energizzante

Grazie al suo contenuto di vitamine e minerali, quando è unito ad altri ingredienti, lo zenzero può dare una forte carica di energia. L’abbiamo visto tante volte. Sono due le ricette che possiamo preparare a questo scopo.

Innanzitutto, insieme ad acqua e limone. Facciamo bollire un litro d’acqua, a cui aggiungiamo della radice grattugiata di zenzero.

Quando l’acqua bolle, copriamo la pentola e lasciamo riposare per 10 minuti. Alla fine del procedimento, aggiungiamo il succo di due limoni. Non addolcire (soprattutto non con zucchero bianco!). Consumate la bevanda a vostro piacimento, calda o fredda.

L’altra possibilità è di abbinarlo al tè verde. Gli ingredienti sono questi:

  • 150 ml d’acqua
  • 5 grammi di tè verde (una bustina)
  • 2 fettine di zenzero fresco
  • 4 chiodi di garofano

Mettete tutti gli ingredienti (tranne il tè) insieme in un pentolino e portate a ebollizione. Spegnete e lasciate riposare per 2 minuti: a questo punto versate il tè. Lasciate ancora in infusione per 5 minuti. Filtrate e consumate!

Afrodisiaco

L’anno scorso, in occasione dell’Expo, un gruppo di urologi, sessuologi e ginecologi si è riunito per ricordare come l’alimentazione favorisca anche una sana vita sessuale. Tra gli spunti principali, è emersa anche l’azione afrodisiaca dello zenzero. 15 grammi della spezia, ogni settimana, insieme a 350 grammi di asparagi e a 30 di mandorle, migliorano le performance a letto.

Per dimagrire

Per bruciare i grassi e accelerare il metabolismo, questo rizoma è particolarmente indicato, anche dai nutrizionisti. Per coglierne appieno i benefici, potete anche in questo caso utilizzare l’infuso con acqua e limone. Altrimenti va bene anche senza il limone. Ecco un’altra versione della ricetta, ancora più semplice.

In un litro e mezzo d’acqua, mettete 3-4 fettine molto sottili di radice di zenzero. Portate tutto a bollore: una volta che sarà giunto alla temperatura desiderata, abbassate la fiamma al minimo. Lasciate riposare per 15 minuti. Dopodiché spegnete tutto, lasciate raffreddare, filtrate e consumate. Il consiglio è di berne almeno un litro al giorno.

Nausea e benessere dell’apparato gastrointestinale

Le proprietà dello zenzero, lo rendono un eccellente digestivo, che aiuta a proteggere tutto l’apparato gastrointestinale. È stato dimostrato che aiuta con le nausee in caso di gravidanza, mal d’auto e mal di mare. Protegge lo stomaco dalla gastrite e previene le ulcere intestinali. Aiuta infine contro i gas intestinali e la diarrea.

In particolare, contro il bruciore di stomaco, possiamo preparare una fresca bevanda insieme all’ananas. Ecco l’occorrente:

  • 1 bottiglia di succo di ananas bio
  • 1 radice di zenzero

Sbucciate e tritate finemente la radice fresca e mettete il tutto in un frullatore. Aggiungete, in parti uguali, il succo d’ananas. Frullate finché non avrete ottenuto un composto omogeneo. Filtrate il composto in una brocca e aggiungete il resto della bottiglia di succo.

Contro febbre e stati influenzali

Lo zenzero ha anche proprietà antinfiammatorie e di rafforzamento del sistema immunitario, rendendolo un eccellente alleato contro febbre e stati influenzali.

Con la radice, possiamo alleviare anche il mal di gola. Sempre sotto forma di infuso (una tazza d’acqua con una fetta di radice fresca di 3-4 cm di spessore), bevuto due volte al giorno, allevia il bruciore.

Contro i malanni stagionali, si può utilizzare l’infuso con tè verde e chiodi di garofano che abbiamo visto prima. Essiccato o grattugiato, può anche essere unito a una tisana preparata con due cucchiai di Echinacea, per rafforzare le difese immunitarie.

Chi è afflitto da tosse e raffreddore, può invece abbinare il rizoma ad altre spezie in una ricetta molto gustosa. Ecco gli ingredienti:

  • Acqua, 350 ml
  • Limone, succo di mezzo frutto
  • Cannella, 1 stecca
  • Zenzero, 1 fetta di radice fresca
  • Chiodi di garofano, 2
  • Curcuma, 1 cucchiaio
  • Peperoncino di cayenna, 1 pizzico (se piace)
  • Miele (a piacere)

Unite tutti gli ingredienti in una pentola, tranne il limone e il miele, e portate a ebollizione. Una volta raggiunta la temperatura desiderata, continuate la cottura a fuoco lento per 10 minuti. Filtrate, aggiungete miele e limone e consumate caldo.

Per la salute del cuore

Lo zenzero è anche un ottimo alleato per la salute del nostro apparato cardiocircolatorio. Uno studio del 2005, ha dimostrato che abbassa la pressione sanguigna. Aiuta poi a tenere sotto controllo il colesterolo nel sangue ed evita la formazione di coaguli nelle arterie.

Antinfiammatorio e rimedio contro l’artrite

Una ricerca del Parker Institute di Copenhagen, ha dimostrato che lo zenzero è efficace anche contro l’artrite, grazie alle sue eccellenti proprietà antinfiammatorie. Nel caso dell’artrite, gli studiosi hanno dimostrato come sia addirittura più efficace dei farmaci cortisonici e dell’ibuprofene.

Antidolorifico

Alcuni ricercatori della Georgia University hanno dimostrato in uno studio che il potere antidolorifico dello zenzero è superiore rispetto a qualunque preparato chimico analgesico. La radice, infatti, interviene sullo stesso enzima che farmaci come aspirina, ibuprofene e naprossene tentano di bloccare. Ma rispetto ad essi è più efficace e soprattutto non ha tutti gli effetti collaterali delle medicine.

Antiossidante

Le proprietà antiossidanti dello zenzero lo rendono anche una spezia antiaging, in grado di prevenire l’invecchiamento cellulare, contrastare la diffusione dei radicali liberi e a mantenere sani i tessuti dell’organismo.

A questo scopo, possiamo preparare un frullato a base di mela.

Ecco gli ingredienti:

  • Carota, 1
  • Mela, 1
  • Zenzero fresco, 15 g
  • Succo di limone, 1 cucchiaio

Basta frullare insieme tutti gli ingredienti ed è pronto per essere consumato! Provatelo insieme a un po’ di frutta fresca, per trarne tutti i benefici. Oltre a essere antiossidante, il frullato ha proprietà diuretiche e stimolanti per il metabolismo.

Contro il cancro

Sono ormai tanti gli studi che hanno dimostrato le sorprendenti proprietà anticancro della radice. Vediamone alcuni.

Nel 2007, alcuni ricercatori da diverse università e centri di ricerca statunitensi hanno dimostrato che il 6-gingerol, un componente dello zenzero, aiuta nei casi di cancro alle ovaie. La Medical School dell’Università del Michigan è giunta a risultati simili, grazie a un esperimento sugli effetti della sostanza sul cancro al colon. Anche il Medical College del Wisconsin ha raggiunto conclusioni paragonabili.

La Georgia State University, nel 2011, ha dichiarato che gli estratti dello zenzero “esercitano effetti significativi nell’impedire la crescita e nell’induzione alla morte di uno spettro di cellule tumorali prostatiche. Ancora, nel 2014, lo zenzero si è dimostrato un ottimo alleato nella cura del cancro alla prostata.

Zenzero: controindicazioni

Come per tutte le cose, l’abuso di una determinata sostanza non è mai una scelta consigliabile. Per quanto riguarda lo zenzero, dobbiamo ricordare alcune cose. Innanzitutto, chi soffre di determinate patologie o è in stati particolari dovrebbe fare attenzione.

Per esempio le donne in gravidanza, dovrebbero evitare un consumo eccessivo, assumendolo sempre sotto il controllo di un esperto di fiducia. È da sconsigliare poi per chi è sottopeso, per chi assume farmaci anticoagulanti o ha problemi di piastrine, chi ha malattie circolatorie o patologie cardiache.

Facciamo attenzione anche in caso di interazione con farmaci particolari: alcune spezie interferiscono con il sistema dei cicotromi, strutture cellulari che metabolizzano i farmaci. Lo zenzero, insieme ad altre sostanze, inibisce l’attività di tale sistema, facendo sì che i medicinali assunti rimangano attivi più a lungo nell’organismo. Nel caso della radice, se associata agli antinfiammatori, può aumentare il rischio di lesioni all’apparato gastrointestinale.

Bisogna fare attenzione anche a eventuali allergie o intolleranze.
Per tutte queste ragioni, è sempre meglio consultare uno specialista prima di cominciare il consumo regolare. Alcune stime consigliano in ogni caso di non superare mai i 20 grammi di rizoma fresco, al giorno, o i 4 grammi di polvere.

Lo zenzero in cucina

Abbiamo già visto tanti modi possibili con cui assumere lo zenzero, soprattutto attraverso le bevande: infusi, mischiato a succhi, frullato. Ma come si può adoperare in cucina?

Come ben sappiamo, l’utilizzo più diffuso è come spezia. Va bene nelle zuppe, insieme alle verdure (anche fresco sull’insalata!), così come nei dolci: biscotti, pani di spezie, pan pepato, etc. Per chi ne mangia, può essere adoperato anche sul pesce e sui crostacei. Insieme al riso, può essere aggiunto al curry e ai legumi.




Molti lo abbinano anche ad altre spezie: cardamomo, noce moscata, pimento e cannella per esempio. Una torta di mele con zenzero, cannella e vaniglia è irresistibile per chiunque.

Se siete amanti del tofu grigliato, potete insaporirlo con miso, zenzero e cipollotti freschi.

Altri utilizzi nelle bevande sono gli alcolici (da consumare sempre con attenzione, però): ottima la birra allo zenzero per esempio. Ma ci sono anche dei liquori con questa radice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.