Home Alimentazione Biologica Virtù della calendula

Virtù della calendula

1391
0
CONDIVIDI

La calendula è una pianta originaria dell’Europa, e cresce facilmente nelle aree mediterranee. Già conosciuta e utilizzata nell’antichità dagli arabi, greci e indiani per le sue proprietà medicinali, viene utilizzata sia contro i morsi di serpente e punture insetti, contro le emorroidi, ittero, e anche per alleviare le ferite. Utilizzata anche come cosmetico per la sua capacità di lenire la pelle, grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie.

La calendula ha forti proprietà astringenti, aiuta quindi in casi di sanguinamento e nella cura delle ferite della pelle, nel trattamento di bruciature e come tonico per la pelle grassa. Molto utile contro i batteri sia in caso di ferite superficiali ma anche nel caso d’infezioni gastrointestinali, è stato dimostrato infatti, in uno studio del 2009, che aiuta a inibire la crescita di batteri particolari che causano diarrea nei bambini. Possiede, inoltre, proprietà digestive, in quanto cura alcuni problemi della cistifellea, rilasciandone la bile per alleviare la congestione, ottimo lassativo naturale. In casi irregolarità mestruali sembra un ottimo stabilizzante.

La calendula si è mostrata un potenziale aiuto per la lotta contro il cancro. Uno studio pubblicato nel numero 2006 della BMC Cancer ha scoperto che un estratto di calendula ha ucciso cellule di melanoma cancerose e linfociti stimolati, i globuli bianchi del sistema immunitario. Un altro studio del 2006, pubblicato sul Journal of Natural Products, ha scoperto che due glicosidi triterpenici di fiori di calendula ha avuto un effetto tossico contro il cancro del colon, leucemia e melanoma.

I

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.