Home Alimentazione Biologica Vacanze green: ruote in spalla e a spasso per l’Italia

Vacanze green: ruote in spalla e a spasso per l’Italia

977
0
CONDIVIDI

Sono sempre più le persone che decidono di trascorrere le loro vacanze in maniera alternativa, all’aria aperta e imbracciando la propria bicicletta. Il cicloturismo è infatti un fenomeno in continua crescita, legato anche all’aumento di vendite di biciclette di questi ultimi anni.

Vacanze all’insegna del benessere, che consentono di allontanarsi dal traffico metropolitano e di risparmiare anche qualcosa in più.

Alcuni dati diffusi dagli organi europei mostrano come il cicloturismo sia un fenomeno che si sta diffondendo sempre di più in Europa, con un giro d’affari di 44 miliardi e un potenziale di crescita che interessa anche il nostro Paese. Forse effetto della crisi o di una maggiore presa di coscienza da parte delle persone dell’importanza di adottare comportamenti sostenibili e orientati alla ricerca di un contatto con la natura.

Del resto, è l’alternativa più economica, ecologica e salutare per spostarsi e conoscere il territorio.

In Italia, chi si occupa del settore è soprattutto la Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB). Il suo compito è quello di promuovere la cultura di questa forma alternativa di trasporto e di portare avanti, anche a livello politico, proposte volte a incentivare la mobilità sostenibile.

La FIAB si occupa inoltre di  organizzare viaggi ed escursioni di gruppo sulle due ruote. Che siate interessati a gite domenicali, raduni, escursioni in modalità weekend, potete scorrere la lista di eventi organizzati e le diverse modalità di partecipazione. Sul sito ufficiale della federazione, potrete trovare un calendario completo e aggiornato delle proposte cicloturistiche fatte dalla FIAB e dalle 142 associazioni che ne fanno parte.

Ogni associazione, infatti, predispone un proprio calendario (consultabile singolarmente) di gite svolte in luoghi raggiungibili dalla propria città.

Se invece volete organizzare il vostro viaggio in completa autonomia, potete consultare Albergabici, il servizio lanciato sempre dalla FIAB, che mette in contatto i turisti sulle due ruote con oltre 2000 strutture ricettive “amiche della bicicletta”.

Naturalmente, esistono delle regole generali, predisposte dagli organizzatori, per  poter partecipare a una o più delle iniziative promosse.

Nella scelta del vostro percorso, prestare particolare attenzione al livello e allo sforzo che sono necessari per portarlo a termine. Scegliete sempre in base alla vostra esperienza ed allenamento, evitando di arrischiarvi in tragitti tortuosi e troppo lunghi, in modo da evitare particolari disagi o problemi.

Documentatevi sempre in maniera opportuna e munitevi di tutti gli accessori che vi possono servire. Oltre, naturalmente, a prepararvi con un piccolo allenamento, prima di affrontare il percorso vero e proprio.

Fate in modo di rendere le vostre  giornate da turisti in bicicletta piacevoli e non stressanti.

Se preferite, invece, rimanere in città, non imbracciare la bicicletta, ma semplicemente fare un giro turistico alla scoperta delle capitali mondiali della cultura e della bellezza, potete rivolgervi ai Greeters. I Greeters sono un gruppo di volontari ambientalisti, sostenuti da Legambiente, che hanno il compito di guidare i turisti tra le bellezze del nostro paese grazie all’aiuto e la partecipazione dei cittadini.

Da Torino a Firenze, da Roma a Napoli, fino a Palermo, potrete usufruire del servizio gratuito di questi volontari accomunati dall’amore e passione per la propria città.

Prenotare una visita è semplice: basta compilare il forum sul sito internet almeno con due settimane di anticipo.

(Foto: mikelo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here