Home Alimentazione Biologica Ricette con la Portulaca

Ricette con la Portulaca

529
1
CONDIVIDI

La portulaca è una pianta annua, erbacea spontanea grassa, succosa, ha fusti cilindrici di colore rossastro, molto ramificati. Le foglie sono carnose, spesse e lucide, di colore verde chiaro. I fiori sono pochi e per nulla appariscenti, infatti si aprono solo poche ore al mattino quando c’è sole. Il frutto è una capsula contenete moltissimi semi minutissini di colore nero. La portulaca è considerata una pianta infestante ed è presente in molti orti, nei vecchi giardini e nelle vicinanze delle case. Conosciuta fin dall’antichità presso gli antichi Egizi, compare nella letteratura della medicina cinese attorno al 500. Nelle foglie della portulaca sono stati trovati gli acidi grassi essenziali, prezioni nutrienti che proteggono l’organismo dall’insorgenza di malattie cardiovascolari aumentando le difese immunitarie. Per la notevole quantità di vitamina C in passato era utilizzato come rimedio contro lo scorbuto. Le sue diverse propreietà sono dovute inoltre, all’elevato tasso di mucillagine e di vitamina A. Una caratteristica della pianta è quella di far riserva d’acqua nelle foglie. La portulaca si può mangiare cruda, mescolata nelle insalate, o cotta, come spinaci nelle minestre. Può sostituire benissimo gli spinaci come ingrediente di paste ripiene o gnocchi, oppure può essere usata per fare ottime frittate. I suoi germogli possono essere anche conservanti sott’aceto  e costituiscono uno sfizioso ed insolito antipasto o contorno . Vi consigliamo una sfiziosa ricetta facile facile.

Ingredienti: 400gr di portulaca, 2 grosse rape bollite, olio evo, aceto, mostrada di Dijon(La mostarda è una celebre salsa a base di mosto d’uva e senape, tipica della tradizione culinaria francese, molto semplice da preparare e ottima da usare), cipolotto fresco tritato o cipolla di tropea.

Lavare, asciugare e tagliare la portulaca, preparare una vinaigrette con 5-6 cucchiai d’olio, due di aceto un cucchiaio di mostarda, del cipollotto tritato, con sale e pepe qb. Mescolare bene poi decorare con le rape tagliate a spicchi. Versare sopra la vinaigrette solo al momento di servire….e buon appetito.

1 COMMENTO

  1. Ho imparato una cosa nuova,fino alla scorsa stagione di questa pianta ne ho strappata e considerata con fastidio infestante a chili, nell’orto di mio padre,nella prossima stagione comincerò a usarla. Grazie per l’informazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here