Home Alimentazione Biologica Pesto di borragine e noci

Pesto di borragine e noci

2954
0
CONDIVIDI

La borragine – borrago officinalis – è un’erba spontanea che cresce dalla primavera inoltrata e la si può raccogliere fino all’estate (da maggio a settembre); cresce in terreni ricchi d’acqua e sostanze nutrienti, per crescere bella e rigogliosa ha bisogno di sole. Della borragine si utilizzano i fiori, le sommità e le foglie.Ne abbiamo anche già parlato precedentemente delle sue proprietà.

I suoi bellissimi fiori lilla, le sue foglie di un verde molto intenso, attirano il nostro sguardo: la borragine, infatti, oltre ad essere una delle spontanee più belle è anche una pianta dalle particolarissime virtù, la principale è quella depurativa del sangue e del fegato.

Ha proprietà diuretiche, sudorifere, antinfiammatorie, calma la tosse, risulta efficace per la cura dei reumatismi e dell’artrite.

Sulla pelle arrossata e stanca provate a fare un infuso di borragine e frizionarlo sulla cute come impacco; in commercio nelle erboristerie potrete, poi, trovare le perle di borragine che si assumono dalle due alle quattro volte al giorno per prevenire rughe e invecchiamento della pelle. Le perle di borragine di possono anche aprire e utilizzarle al posto della crema antirughe prima di andare a letto.

La borragine è ottima anche in cucina. Ve la consigliamo come ingrediente di risotti, ma in questo post vogliamo darvi una ricetta particolare sperimentata da noi, il pesto di borragine.

Ingredienti per circa 200 grammi di pesto

 

–        30 gr di fiori e sommità di borragine

–        30 gr di noci

–        30 gr di erbe aromatiche: salvia (in quantità minori), rosmarino, origano, timo e santoreggia

–        2 spicchi d’aglio

–        70 gr di pecorino semistagionato

–        Olio extra vergine d’oliva  

–        Sale q.b.

 

Preparazione

Sciacquate i fiori e le sommità della borragine e le erbe aromatiche; sgusciate le noci; tagliate a tocchetti molto piccoli il formaggio.

In un mixer ponete i fiori, le noci, le aromatiche, l’aglio e il formaggio: mixate tutto fino a ottenere un composto molto fine. Trasferite il pesto in un contenitore di ceramica, vetro o terracotta e condite con sale e olio extra vergine d’oliva.

Se non lo consumate subito, coprite il vostro pesto con olio evo e riponete in frigo dove si conserverà tranquillamente per una settimana.

 

Come utilizzarlo

Il pesto di borragine è ottimo per servire bruschette con pane integrale, come condimento di pasta e cereali, per condire stufati di verdure. In quest’ultimo caso, a cottura quasi avvenuta aggiungete alle vostre verdure un cucchiaio o due (a seconda delle quantità delle verdure) di pesto di borragine.  

 

Giulia Landini 

Fonte “Ecologia del risparmio

Blog “Seminterra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here