Home Alimentazione Biologica Olive ascolane vegane

Olive ascolane vegane

1453
2
CONDIVIDI

Le olive ascolane sono un tipico piatto marchigiano famoso in tutto il mondo. Vi riproponiamo oggi una gustosa versione vegana. L’antica ricetta delle olive ascolane nasce intorno la fine dell’800, e prevedeva l’utilizzo di olive ascolane “tenere” che solitamente erano conservate in salamoia aromatizzate con erbe e finocchio selvatico. 

Ingredienti:

Carote 1_Chiodi di garofano un pizzico_Mezza cipolla rossa_ Scorza di 1/2 limone_noce moscata un pizzico_sale qb_sedano 1 costa_vino bianco un bicchiere_1/4 tazza di tofu a pezzi( acquistato o autoprodotto)_farina qb_olio d’oliva per friggere_farina di mais qb_300 gr di seitan( acquistato o autoprodotto)

Tritiamo le verdure (sedano,cipolla,carota) e facciamole soffriggere in poco olio d’oliva. Aggiungiamo a questo punto il seitan che avremmo tritato pezzi piccolissimi come quando facciamo il ragù . Quando il seitan sarà ben rosolato saliamo a piacere, e aggiungiamo del vino bianco che faremo evaporare lentamente.

Quando sarà pronto, lasciamo prima raffreddare, e poi maciniamolo e aggiungiamo la polvere di chiodi di garofano, una macinata di noce moscata, la scorza del limone e la mollica di pane ridotta a pezzetti. Impastiamo bene il tutto e lasciamo un pò a riposo.

Nel frattempo denoccioliamo le olive o con l’apposito attrezzo oppure possiamo tagliarle a metà eliminando l’osso scavando all’interno. A questo punto riempiamo le olive con il ripieno ottenuto e premiamo bene ridandogli la forma originale. Procediamo a questo a bagnare le olive in un pò di acqua, infarinare con farina normale e poi ripassarle in quella di mais oppure in sostituzione con del pan grattato. Mettiamo il tutto a riposo per una buona mezzora. Trascorso il tempo iniziamo a scaldare l’olio e friggiamole le nostre olive ascolane nell’olio bollente, rigirandole di tanto in tanto per dargli la giusta rosolatura.

Le olive ascolane vanno servite caldissime…buon appetito.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.