Home Alimentazione Biologica Olio di origano: 8 modi per utilizzarlo

Olio di origano: 8 modi per utilizzarlo

1243
0
CONDIVIDI

Per trattare i problemi digestivi, come antibiotico o semplicemente contro la forfora, ecco 8 modi per adoperare l’olio essenziale di origano.

L’origano è una delle erbe aromatiche maggiormente utilizzate in cucina: dà un sapore gradevole a molti tipi di piatti, ma è anche un’ottima pianta curativa, che aiuta contro la cattiva digestione.

Ma non è tutto: è un antibatterico, un antisettico e un antifungino, proprietà che in parte derivano dalle sostanze presenti al suo interno.

Dalla pianta viene ricavato un olio essenziale che, mescolato con degli oli vettori, può trattare diversi tipi di problemi, tra cui anche il piede d’atleta, un’affezione fungina che colpisce, appunto, il piede.

Tra le sostanze più potenti presenti al suo interno c’è il carvacrolo, un fenolo isomero del timolo in grado di contrastare la diffusione di diversi virus e batteri.

Naturalmente, prima di adoperare qualsiasi rimedio naturale è sempre bene confrontarsi con un erborista di fiducia, ma vediamo quali sono le potenzialità dell’olio di origano e come adoperarlo per la salute generale del nostro organismo.

Problemi digestivi

La proprietà più conosciuta probabilmente è la capacità dell’origano di trattare i problemi digestivi. In caso di indigestione, ad esempio, potete diluire due, tre gocce di olio essenziale in un olio vettore e massaggiare la soluzione sull’addome.

Per potenziare il sistema immunitario

In questo caso, mettete poche gocce di olio in un diffusore. Oltre a purificare e disinfettare l’aria, rafforzerà il vostro sistema immunitario.




Sollievo dal dolore

L’olio di origano può essere utilizzato esternamente anche per alleviare vari tipi di dolori, tra cui quelli muscolari e articolari. Mescolate sempre alcune gocce con un olio vettore, ad esempio l’olio di mandorle dolci, riscaldate tra le mani e applicatelo alla pelle. Attenzione, però, a possibili allergie e irritazioni.

Problemi respiratori

L’olio ha la capacità di alleviare i problemi respiratori. In questo caso, potete aggiungerne qualche goccia ai suffumigi, in modo da lenire mal di gola dolorante o liberare i seni nasali.

Congestione

Diluite qualche goccia di olio essenziale di origano nel vostro olio vettore preferito e applicano sulla zona del torace. Per combattere la congestione nasale, provate a mettere le gocce su un fazzoletto pulito e inalate.

Antibatterico

La pianta contiene anche timolo, un ingrediente utilizzato in molti collutori per combattere i batteri, la placca e l’alito cattivo. Aggiungete una o due gocce di olio sul vostro spazzolino da denti, con o senza dentifricio.

Come antibiotico naturale

In questo caso, può essere utilizzato nella quantità di una goccia, unita a mezzo cucchiaino di miele alimentare. Questa soluzione va assunta la mattina a digiuno, per non più di 10 giorni. Per uso interno, meglio affidarsi a oli essenziali biologici e sicuri. Prima di assumere questo rimedio naturale, però, confrontatevi sempre con un erborista.

Contro la forfora

Da unire nella misura di 3 o 4 gocce al vostro shampoo, mentre lavate i capelli. Oppure, al limite, potete usare l’olio di origano diluito con olio di cocco, come trattamento post lavaggio.

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here