Home Alimentazione e Salute Zenzero potente antidolorifico senza gli effetti collaterali dell’ibuprofene e dell’aspirina

Zenzero potente antidolorifico senza gli effetti collaterali dell’ibuprofene e dell’aspirina

716
27
CONDIVIDI

Molteplici sono le proprietà terapeutiche dello zenzero, ne abbiamo parlato largamente, ottimo rimedio contro le nausee, antivirale, digestivo, antiossidante, una radice ricca di virtù. Oltre a ciò può essere antidolorifico , ottenendo effetti addirittura migliori rispetto all’aspirina , l’ibuprofene e il naprossene .

Lo zenzero è una radice di una pianta originaria dell’Asia, un rizoma che viene utilizzato in medicina e cucina tradizionale orientale. Si tratta di una spezia ampiamente utilizzata in molte cucine asiatiche, soprattutto nella cucina indiana.
In tutti i tempi e in tutte le culture, lo zenzero viene considerato afrodisiaco. In effetti è un ottimo tonico generale, ma oltre a ciò è particolarmente utile in caso di disturbi digestivi.

È un eccezionale antiossidante, resistente al calore tanto che in cottura aumenta la sua attività. Il consumo di zenzero in associazione con aglio o cipolla creerebbe una sinergia tra i vari principi attivi, questo comporta un potenziamento dei loro effetti antiossidanti.

Particolarmente indicato per alleviare il mal di mare, le nausee nelle donne in gravidanza e disturbi digestivi minori; vari studi hanno valutato l’effetto antiemetico (la capacità di prevenire o arrestare la nausea e il vomito) attribuito a questa spezia. Tutti gli studi dimostrano che il consumo della sua polvere può essere efficace nel trattamento di nausea e vomito.


Come antidolorifico, i ricercatori della University della Georgia hanno svolto uno studio a riguardo che ha coinvolto un gruppo di 74 studenti divisi in tre gruppi. Il risultato di questo studio ha evidenziato il potere antidolorifico dello zenzero in misura superiore ad un antidolorifico chimico. L’autore dello studio Chris Black , PhD, professore di kinesiologia alla Georgia College e all’ Università di Stato , spiega che gli studi confermano che lo zenzero è un agente anti – infiammatorio , il quale blocca lo stesso enzima che farmaci come l’aspirina , ibuprofene e naprossene bloccano, ma senza dannosi effetti collaterali che potrebbero avere i farmaci allopatici.

I ricercatori hanno diviso un gruppo di 74 studenti in tre gruppi , e ha dato loro a uno zenzero crudo , a un altro zenzero riscaldato ,  e a un altro placebo . I due gruppi che avevano utilizzato zenzero, dopo un esercizio fisico hanno dimostrato un 25% in meno di dolore muscolare rispetto al gruppo che aveva assunto il placebo.

Ecco un’ ennesima conferma dei poteri di questa radice, che può anche essere coltivata facilmente in casa.

27 COMMENTI

  1. sarebbe anche utile sapere come assumerla in che forma o altro per avere questi portentosi effetti! sgranocchiarlo secondo me è poco probabile 🙂

      • personalmente ne taglio delle fettine lo metto a bollire dopo qualche minuto spengo aggiungo o una bustina di camomilla o quello che vuoi tisana ecc.. poi un cucchiaino di miele e bevo .squisito!!!fatemi sapere

        • ciao Lori, grazie per l’ottimo consiglio. Mi interessa moltissimo….posso chiederti un dettaglio in più? Le fettine di zenzero le metti a freddo (in acqua fredda e poi porti a bollore e mantieni per qualche minuto), o le metti quando l’acqua già bolle? Grazie in anticipo!

          • io personalmente le metto in acqua fredda insieme a della buccia di limone non trattato quando bolle la lascio per 5 minuti circa,lo spengo ci spremo il succo di un limone e del miele ti assicuro che è buonissima.

        • Anch’io faccio così aggiungo insieme allo zenzero i chiodi di garofano faccio cuocere un po’ quando sento il profumo dei chiodi di garofano spengo e metto una bustina di the verde o bianco o camomilla curcuma in polvere cannella e limone. Filtro grossolanamente aggiungo il miele e bevo. Nel fondo della tazza c’è del deposito di cannella e curcuma aggiungo zucchero di canna e mangio.

      • Lo zanzero lo si usa in tantissime maniere, si può tagliare a fettine e metterlo nelle insalate , metterlo in un soffritto per preparare qualsiasi tipo di carne e di pesce, aggiungerlo alle zuppe di verdura, farlo bollire e berlo.Ha un gusto un pò piccante se lo si mangia crudo..ma cucinato da un sapore delicato a tutte le pietanze.

  2. Io mangio il rizoma crudo a fettine. Le prime volte che lo si mangia, il sapore è insopportabile, ma col tempo si inizia ad apprezzarlo. In generale, se lo si taglia a fettine sottili, il suo sapore potente diviene tollerabile. Nelle insalate penso sia apprezzabile da chiunque: si può dire che risulta piacevole in quel contesto; in fondo si usa da sempre come spezia, e se ne ricavano da tanti anni delle bevande (Gingerino e simili).

    A me servirebbe sapere la quantità giornaliera consigliata per beneficiare degli effetti anti-infiammatori e analgesici.

    • Ho letto da qualche parte che è opportuno mangiare un paio di centrimetri di rizoma al giorno. Io ho provato a mangiarlo così, per togliermi il “pensiero” e la lingua non ha gradito. Proverò le loro ricette. Grazie.

  3. Io la tisana la faccio così: metto a bollire l’acqua, aggiungo un pezzetto di radice pulita e sminuzzata (circa1,5 cm), abbasso il fuoco e copro il padellino, dopo 5 minuti spengo e lascio ancora in infusione per 10 minuti, sempre coperto, filtro e aggiungo del succo di limone fresco. È buonissimo, ha un gusto piccantino e lo stomaco e le vie aeree vi ringrazieranno.

  4. Il modo migliore per beneficiare degli effetti dello zenzero, è mangiarlo crudo: spezzettato in insalata, aggiunto crudo a ogni tipo di cibo, ed anche masticato a pezzetti. Non è così forte come sembra, anzi è gradevolissimo!

  5. Io faccio la tisana con 2 cm di zenzero spellato a pezzetti peperoncino buccia di limone poi dopo aver bollito completo con il succo del limone stesso ed un cucchiaio di miele… Eccezionale!! Provare x credere… Energetico e tiene lontani i malanni di stagione oltre a riscaldare e far digerire! 😉

  6. è un potente afrodisiaco se frullato e lasciato in una ciotola con acqua fredda per almeno 24 ore bere il succo si usa nei paesi africani

  7. Io lo uso in polvere, mi faccio una tisana con mezzo cucchiaino di zenzero mezzo di curcuma e 500 cc di acqua, faccio bollire 15 minuti e bevo in 2 volte…

  8. Salve, mi chiamo Elena. Vorrei sapere se lo zenzero puo’ avere benefici in caso di infiamazzione intestinale!!!!
    Vi ringrazio anticipatamente.

  9. Io lo uso tantissimo in cucina e faccio la marmellata di arance, carote, mele e zenzero in parti uguali perchè mi piace sentire il piccante dello zenzero. Qualcuna di voi sa come si fa lo zenzero marinato che viene servito nei ristoranti giapponesi insieme al sushi? Lo adoro ma qui in Italia una bustina costa un patrimonio… Grazie!
    Se po avete altre ricette sono ben accette….

  10. Io lo gratto con quello strumento che serve per fare le mele grattate per i neonati, poi lo spremo per farne uscire il succo e lo metto nell’insalata. Quando ho mal di stomaco, con lo stesso procedimento aggiungo un po’ di acqua calda e lo bevo. E’ un portento, dopo poco tempo mi passa il mal di stomaco.

  11. Io leggendo da varie parti le proprietà benefiche dello zenzero, incuriosito sono andato a comprarlo al supermercato, con solo 1 euro ho preso la più piccola radice che avevano, che cmq devo dire è già molto grande, considerando la modica quantità di zenzero che si puo’ consumare al giorno.

    Dopo aver letto tante ricette e preparativi, mi sono deciso per provare ad assumerlo crudo… dato che dovrebbe fare ancora più effetto.

    Ebbene dopo un primo assaggio di un pezzettino piccolissimo… mi sono accorto che il piccante non è tantissimo, dopo che lo si schiaccia tra i denti, per alcuni istanti si sprigiona la fase più piccante, poi diminuisce fino a svanire… cosi ho provato a farna altri pezzettini piccoli con un coltello, tipo coriandoli per intenderci.

    E ho deciso di mangiarlo con la banana, prima mettevo un coriandolo di zenzero in bocca, lo schiacciavo, e poi il pezzetto di banana, e cosi facendo avro’ mangiato una quantità simile a un cubetto di 1cm quadrado di zenzero, insieme alla banana.

    Consiglio prima di far sprigionare il piccante in bocca, e poi di aggiungere il pezzo di banana e mandare tutto giù, che non mandare subito tutto giù assieme, perchè in questo modo, ho notato che l’attimo in cui si sprigiona il piccante, anzichè in bocca avviene nello sterno, ed è meno simpatico.

    Il tutto mangiato mezzora fa, il sapore di piccante è già solo un ricordo… io odio il sapore piccante (peperoncino ecc lontani da me) ma devo dire che il sapore dello zensero è un piccante diverso, e una volta pulita la parte esterna dello zenzero ho subito sentito che era un sapore diverso, mi dava un senso di fresco.

  12. michele. io preferisco mangiarlo crudo credo che il benificio sia piu’ rapido ed efficace ne prento 20gr al giorno che ne dite sono pochi oppure vanno bene.

LASCIA UN COMMENTO