Home Mondo Veg Menu di Pasqua cruelty-free: la gustosa proposta della Lav

Menu di Pasqua cruelty-free: la gustosa proposta della Lav

349
0
CONDIVIDI

Il menu di Pasqua? Meglio cruelty-free. Ecco la gustosa e ricca alternativa proposta dalla Lav per una Pasqua a favore dei diritti degli animali.

Anche quest’anno, come ogni anno, la Lav, Lega antivivisezione, propone un menu di Pasqua alternativo e cruelty-free.

Secondo la Lav: “Ogni anno, purtroppo sono più di 400mila gli animali macellati, in contrasto con la resurrezione che questa festa rappresenta. Empatia e compassione nei confronti degli animali, invece, concordano con il sentimento religioso della Pasqua, ne è la prova l’episodio della vita di San Francesco d’Assisi, modello ispiratore dell’attuale Pontefice, che lo vede barattare il suo mantello con due agnellini, piuttosto che permettere al pastore di condurre le bestiole al mercato per essere abbattute e mangiate“.

Per fortuna, sembra che la campagna abbia iniziato a portare i primi frutti: se nel corso del 2010 gli agnelli e i capretti macellati in Italia erano 4.834.473, nel 2015 sono stati 2.353.817 (Fonte: Istat), ben il 51% in meno. Ma ancora non basta.

Possiamo tutti fare di più. Il menu di Pasqua alternativo proposto dalla Lav, ad esempio, è un primo punto di partenza.

Per quest’anno, la Lega antivivisezione si è avvalsa della collaborazione dello chef Martino Beria che ha elaborato un ottimo menu vegano, ispirato alla tradizione regionale italiana,  un’alternativa facile da realizzare decisamente gustosa.

Il menu (consultabile a questo link), prevede un antipasto composto da Olive Ascolane, con un ripieno appetitoso e tutto vegetale.  Il primo piatto, invece, consiste in Penne con Cicoria su Fonduta di Ceci, un omaggio al primo piatto più amato, questa volta insaporito dal punto leggermente amaro della verdura e rinvigorito dalla morbida accoglienza della crema di ceci.




Il secondo prevede invece degli spiedini vegani, impreziositi da un caramello gustoso e intrigante. Il dolce, immancabile, è una Pastiera Napoletana, nella versione leggera, profumata e soprattutto cruelty-free.

Ma non solo menu di Pasqua. In questi giorni, la Lav è scesa in centinaia di piazze italiane per promuovere l’iniziativa ‘Aiutali a uscirne’, contro i test delle sostanze di abuso come fumo, alcol e droghe, condotti sulle cavie.

Acquistando le uova Lav, in cioccolato fondente del commercio equo e solidale, si potrà contribuire a sostenere la campagna.

Nelle diverse piazze presenti in varie città italiane è possibile sottoscrivere la petizione nazionale rivolta al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, per dire stop a questa odiosa pratica che vede le sostanze d’abuso testate su topi e ratti o, come accade all’estero, anche su macachi, uistitì e babbuini.

Aiutare gli animali è possibile e non è mai troppo tardi. Iniziamo da questa Pasqua a essere più buoni. Le occasioni sono tante, non sprechiamole.

(Foto: cambiamenu.it)