Home Mondo Veg Come sostituire le uova nelle ricette

Come sostituire le uova nelle ricette

316
19
CONDIVIDI

Sostituire le uova nelle ricette si pensa possa essere veramente una sfida, eppure possiamo trovare molte alternative, per chi decide di eliminarle per scelta, per chi per intolleranza o a volte anche perchè non ci sono al momento in dispensa.

Ecco di seguito alcuni consigli su come procedere in base anche alle varie esigenze e ricette.

Latte vegetale e aceto di mele:

L’aggiunta di aceto di mele in latte vegetale può cagliare il latte e addensare. Teniamo presente che ci vuole un un cucchiaio abbondante di aceto per 100ml di latte. Questa tecnica permette al dolce di “lievitare” come farebbe con le uva e di renderlo soffice e poroso all’interno. Se invece aggiungiamo all’aceto di mele un pò di lievito in polvere, daremo al nostro dolce una certa leggerezza, il rapporto è un 1 cucchiaio di aceto e 1 di lievito. Anche il latte di soia in polvere può sostituire l’uovo. Un uovo corrisponde a 2 cucchiai di latte di soia in polvere e 2 di acqua.

Lievito in polvere , olio, acqua:

Mescolando due cucchiai di acqua e un cucchiaio di olio, e poi aggiungendo un cucchiaino di lievito in polvere otterremo un buon sostituto alle uova. 

Semi di lino e acqua:

Mescoliamo 5 gr di semi di lino con 15ml di acqua( un cucchiaio di semi per 3 di acqua)frulliamo bene il tutto, hanno un aspetto gelatinoso molto simile alle uova. Questa sostituzione funziona bene per biscotti, pancake e muffin. Si consiglia anche di bollire il composto perchè diventa più addensante. 

Purea di frutta e lievito:

Possiamo usare la frutta come un ottima alternativa alle uova, frutta che contiene pectina, come mele, prugne, banane etc.. Per non appesantire troppo il dolce ricordiamoci di abbinare anche un cucchiaio di lievito in polvere. ¼ di tazza di pezzi di banana sostituisce un uovo. Per l’altra frutta il rapporto è 1uovo=2 cucchiai di frullato.

Fecola di patate, amido di mais, amido di tapioca:

Fecola di patate, mais e tapioca sono ampiamente utilizzati per gustose ricette per la preparazione di torte salate o torte. Essi consentono alla preparazione di mantenere la consistenza che solitamente da l’uovo.

Un uovo è equivalente a un cucchiaio di farina mescolata con tre cucchiaini di acqua. Anche la farina d’avena bagnata è un ottimo addensante.

Tofu:

Anche il tofu può sostituire l’uvo, per un uovo in un preparato, è necessario 60gr circa (¼ tazza di tofu pezzi è equivalente a 1 uovo) di tofu frullati e aggiunto con altri ingredienti. Il tofu viene consigliato per le torte salate, per le quiche, ma anche per i dolci perchè ha un sapore molto neutro. Si adatta a qualsiasi preparazione.

Yogurt di soia:

Il suo uso può aggiungere morbidezza e consistenza alla vostra preparazione. Un uovo è equivalente 2 cucchiai di yogurt.

Purea di zucca, patate o pomodori:

Purè di zucca o di patate sono l’ideale per la realizzazione di pane e dolci soffici e di spessore.  

Se utilizzavamo le uova per dare un colore dorato durante la cottura in forno, possiamo sostituire spennellando, ad esempio, il nostro strudel con un pò di latte vegetale, prima d’infornare, prenderà un buon aspetto dorato.

Se vogliamo fare una frittata possiamo optare per la farina di ceci, ottima sostituzione delle uova. 2 cucchiai di farina di ceci diluita con acqua è paragonabile ad un uovo. A volte per chi ama le uova strapazzate possiamo sostituirle con del tofu frullato e passato con delle erbe aromatiche. Ottimo anche il tofu affumicato.

Per chi ama il tiramisù e non sa come sostituire il bianco dell’uovo, proviamo con anacardi frullati con poco latte di mandorla oppure di cocco. Ottimo veramente. Oppure per fare del bianco possiamo usare l’agar-agar, diluendo un cucchiaio in polvere  con un cucchiaio di acqua. Mescoliamo in modo energico e lasciamo riposare in frigo. In alternativa anche i semi di lino che assomigliano come aspetto gelatinoso al bianco dell’uovo.

Ci sono delle preparazioni con le uova dove basta semplicemente aggiungere un pò di liquido, parliamo nel caso di dolci, ad esempio, che non utilizzano le uova per “lievitare” e dove ne sono previste 1 massimo 2. Basta in questi casi sostituirle con un cucchiaio di acqua per uovo.

Questi sono spunti, consigli che possono aiutarci nelle preparazioni, sceglieremo poi, in base ai nostri gusti, in base ai nostri esperimenti, il sostituto che più ci piace.

19 COMMENTI

    • Ciao Simona, puoi fare una pastella con acqua, farina e birra fredda, ne esce un ottima pastella, oppure acqua e farina di ceci, ma rimane più leggera e gustosa secondo me con la birra.

    • Per il polpettone puoi usare delle patate schiacciate se lo vuoi più morbido, o della mollica di pane umida se invece lo vuoi più secco usa del pane grattato o anche la farina di ceci

  1. La maionese senza uova è buonissima e l’avete dimenticata. Ad un pochino di latte di soya aggiungete il succo di 1 limone, un cucchiaio di aceto bianco, un po’ di sale versate olio di girasole e vai con il frullatore. E’ buonissima e più soda di quella fatta con le uova. Enjoy!

  2. Dimenticavo se volete dargli un colore giallino mettete una puntina di curcuma. Non lo capirà nessuno che è 100% vegetale.

    • Io ho ben due calcoli alla colecisti. Finchè non mi opero non posso mangiare le uova. Strano che un nutrizionista non pensi a questo caso in particolare.

    • E’ sorprendente che Lei in “25” anni di professione non abbia mai incontrato una persona allergica alle uova! Io sono una di quelle. Da piccolo ho sempre mangiato le uova (mia madre allevava le galline) e fino all’età di 50 anni le ho continuate a mangiare. Poi, all’improvviso, si è presentata l’allergia alle uova e a tutti gli alimenti che ne contengano parti, sia albume che tuorlo. Gonfiore immediato delle labbra e difficoltà respiratoria. Successivamente, l’allergia si è manifestata anche al contatto delle uova ,ovviamente sgusciate. E’ sufficiente che una piccola quantità venga a contatto con lemie mani e le dita si gonfiano e diventano fredde. Il consiglio di tutti gli allergologi è stato: astenersi da tutti i preparati che contengano tracce di uovo. Per inciso, io non posso nemmeno fare il vaccino contro l’influenza perchè una crisi anafilattica non me la toglierebbe nessuno!!!!

LASCIA UN COMMENTO