Home Mondo Veg Come educare i bambini a un’alimentazione vegana

Come educare i bambini a un’alimentazione vegana

488
0
CONDIVIDI

Scegliere di adottare un regime alimentare di tipo vegano è una decisione coraggiosa, ma anche altruistica. È decidere di effettuare un radicale cambio dello stile di vita, in favore di vantaggi per la salute, ma anche per la natura.

Ma come fare quando le nostre scelte incidono anche su quelle del resto della famiglia?

Chi è agli inizi della sua avventura può infatti nutrire qualche timore su possibili controindicazioni che una dieta vegana può avere sulla salute dei bambini. O sulle problematiche dell’insegnare ai piccoli a cibarsi di alimenti che in genere detestano, o che nelle normali mense scolastiche è difficile trovare.

Iniziamo intanto a chiarirci un po’ le idee sull’argomento.

Partiamo dalla prima domanda, la più comune: dove prendere le sostanze essenziali per la crescita dei bambini, come proteine e calcio, non facendo affidamento su alimenti di origine animale?

La risposta in realtà è molto semplice. Esistono diversi vegetali, infatti, che contengono buone percentuali di proteine, come i legumi, e il tofu: i ceci, ad esempio, sono particolarmente indicati per la dieta dei bambini.

Proseguiamo sfatando un mito che riguarda il calcio. Per anni siamo stati convinti che gli alimenti con un apporto maggiore di calcio per il nostro organismo fossero latticini e derivati. Eppure esistono degli studi che dimostrano come una quantità eccessiva di latte, generi una sorta di dispersione di questa sostanza dall’organismo.

Proteine e calcio di origine animale verrebbero espulsi più velocemente dal nostro corpo, attraverso lo stimolo del loro passaggio nelle urine. (Se volete saperne di più, qui troverete il documento completo).

È preferibile, infatti, che queste sostanze vengano assunte da alimenti vegetali, che contribuiscono a fissarle nell’organismo.

Ok, schiarite un po’ le idee, possiamo passare adesso alla fase più “operativa”: come abituare i bambini a mangiare le verdure?

Intanto, toglietevi dalla testa che i bambini impareranno a mangiare tutti i tipi di verdura. Ci saranno sempre alcuni alimenti che al loro palato appaiono più “gustosi” di altri. Ad esempio, la carota, che ha un sapore dolciastro, poco forte e che può essere preparata in una quantità infinita di modi, è accettata più di buon grado.

L’importante è che facciate assaggiare loro tutto. Potete pensare di creare piatti fantasiosi e colorati, che stimolino la loro parte ludica e rendano le verdure più appetibili ai loro occhi.

Fate poi in modo che i bambini prendano parte a ogni processo che riguarda l’assunzione di vegetali: dalla loro coltivazione (se avete il pollice verde e, saggiamente, avete deciso che è più salutare mangiare del cibo prodotto da voi) alla loro cottura. E non dimenticate le spezie.

Infine, l’ultimo suggerimento che può aiutare i vostri bambini a vivere un passaggio meno traumatico da un tipo di alimentazione più tradizionale a una vegana è mangiare alimenti di transizione, prodotti vegani che hanno forma e consistenza degli alimenti che loro già conoscono.

Cercate di non esagerare con questi ultimi però, introducendo gli alimenti che in genere voi consumate poco alla volta: mangiare insieme è infatti uno dei punti di forza del processo che educa i bambini a cambiare regime alimentare.

(Foto: Utente Flickr woodleywonderworks)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here