Home Mondo Veg Arriva la nuova etichetta per Vegan

Arriva la nuova etichetta per Vegan

508
0
CONDIVIDI

DNV GL – Business Assurance, ente di certificazione internazionale, ha messo a punto una nuova etichetta che diventerà una guida nella scelta degli alimenti vegan.

 Novità in ambito di certificazione delle etichette dei prodotti vegan. L’ente di certificazione internazionale DNV GL – Business Assurance ha infatti comunicato di aver messo a punto una certificazione che fungerà da guida nella scelta degli alimenti cruelty-free. Un modo per scegliere consapevolmente e avere la certezza che il processo produttivo dei cibi che acquistiamo sia veramente rispettoso dell’ambiente e dei suoi abitanti. Una novità che interesserà parecchia gente.

Secondo il Rapporto Italia Eurispes 2016, infatti, sono sempre più gli italiani che adottano uno stile di vita cruelty-free: l’8% circa, di cui il 7,1% si dichiara vegetariano, mentre l’1% è vegano.

Proprio per questo, l’ente di certificazione ha deciso di mettere a punto una nuova etichetta che, afferma in una nota, “diventa così garanzia di un processo produttivo che risponde a una specifica tecnica che riassume i principi contemplati dalle principali normative internazionali di riferimento per la produzione alimentare vegana. Nello specifico, si attesta che l’alimento non contiene materie prime, ingredienti e coadiuvanti di origine animale e che non è stato esposto a rischi di contaminazione, ossia di passaggio diretto o indiretto di ingredienti indesiderati“.




La decisione, spiega Francesco Di Sarno, Food&Beverage Manager, Region Southern Europe di DNV GL – Business Assurance, è stata presa perché i vegani oggi rappresentano una fetta importante del mercato alimentare e in un contesto in cui sempre più aziende si adoperano per rispondere alle esigenze dei consumatori, non è possibile lasciare le cose al caso.

La specifica si applica a tutti i prodotti alimentari di origine non animale e contempla le seguenti norme di riferimento: Regolamenti (CE) n. 1829/2003 e 1830/2003 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 settembre 2003; UNI EN ISO 22005:2008; Reg 1169-2011; ISO/IEC 17065; European Vegetarian Union, settembre 2015.

(Foto)