Home Alimentazione Biologica LA MEMORIA DEI FRUTTI DI BOSCO

LA MEMORIA DEI FRUTTI DI BOSCO

1074
1
CONDIVIDI

La memoria dei frutti di bosco

Ribes, more, fragole e mirtilli sono la tua passione? Oltre alla bontà al palato i frutti di bosco sono dei veri e propri toccasana per mantenere in salute il cervello e prevenire la perdita di memoria causata dall’avanzare dell’età. Lo sostiene un’indagine della Tufts University negli Stati Uniti, pubblicata dal Journal of Agricultural and Food Chemistry.

La somministrazione dei principi attivi dei frutti di bosco agli animali e all’uomo ha evidenziato l’importanza degli antiossidanti che proteggono il cervello dall’attacco dei radicali liberi. Inoltre sarebbe anche importante l’azione antinfiammatorio che è sempre importante per lo stato di salute dei neuroni, migliorando il controllo motorio e i processi cognitivi.

Inoltre ai frutti di bosco vengono attribuite inoltre numerose ed importanti proprietà:

Ritenzione idrica
Se i capillari perdono elasticità, fanno fuoriuscire, attraverso le pareti porose, la parte più liquida del sangue. Il siero, composto per più del 90% da acqua, si raccoglie nei tessuti adiposi superficiali formando un edema(cioè un rigonfiamento). Il grasso intriso di liquidi può sclerotizzarsi e dare origine alla cellulite. Rimedi? L’attività fisica fa riassorbire gli edemi. Utile anche una dieta povera di sale e ricca di acqua. Consigliabile il linfodrenaggio, che agisce sulle zone soggette a ritenzione idrica.

Fragilità capillare
In persone predisposte bastano minime pressioni a provocare la rottura dei capillari e la fuoriuscita di sangue, che compare in trasparenza, blu, sotto la pelle. Fa bene mangiare in abbondanza frutti di bosco, ricchi di flavonoidi. Pomate alla vitamina K, applicate dopo i microtraumi, riducono al minimo le ecchimosi

Borse sotto gli occhi
Si formano perché dai capillari della zona, durante la notte, fuoriesce siero che va a depositarsi nel grasso che circonda gli occhi. La colpa può essere un cuscino troppo morbido: dormire con la testa sul materasso o quasi favorisce un accumulo di liquidi (per effetto della forza di gravità).Ben vengano uno o due cuscini. Utile anche inserire due pedine da dama sotto i piedi del letto, dalla parte della testa, per favorire il deflusso dei liquidi verso i piedi.

 

Gino Favola,

tratto da ok-salute.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here