Home Alimentazione Biologica Frittelle con i fiori di sambuco

Frittelle con i fiori di sambuco

609
0
CONDIVIDI

Il sambuco è una pianta molto comune nei boschi, abbellisce tutti i corsi d’acqua e predilige posizioni soleggiate con terreno umido e ben drenato.I fiori di sambuco. conosciuti fin dall’antichità, sono ricchi di proprietà, sono sudoriferi (diaforetici), diuretici, febbrifughi, anticatarrali e antireumatici (per via dell’azione depurativa generale).

fiori di sambuco

 

Hanno anche un certo potere antidolorifico. L’infuso è utile in diverse affezioni: bronchite, raffreddori, sinusite, malattie febbrili (scarlattina, morbillo, ecc.), reumatismi e gotta. Al primo segnale di raffreddore o di febbre, una tazza bollente di infuso di sambuco (meglio se mescolato con i fiori di tiglio) bevuta prima di andare a letto provoca un’abbondante sudorazione, migliora lo stato di congestione e abbassa la febbre. La sua efficacia è stata dimostrata anche nell’influenza. 

 

La nostra amica Manuela Papaleo ci ha inviato questa sfiziosa ricetta per creare delle frittelle di sambuco:

  • 6 mazzetti di fiori di sambuco
  • 200gr. di farina di prima qualita’
  • 2 bicchieri di acqua tiepida
  • 120gr. di parmigiano grattugiato
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino di lievito istantaneo in grani
  • olio da friggere

Una volta raccolti i fiori dobbiamo togliere i gambi più grossi. Pulire i fiori sotto l’acqua corrente facendo attenzione a non romperli troppo. Mescolare tutti gli ingredienti tranne ovviamente l’olio. Dovra’ diventare un pastella liscia a nastro in caso dovesse servire aiutatevi con l’acqua e la farina.

Fate riposare per 10 minuti circa e mescolate all’interno della pastella i fiori tagliandoli all’altezza dello stelo che tiene uniti i fiori. Fate riscaldare abbondante olio in una padella e aiutandovi con 2 cucchiai iniziate a friggere delle quantita’ del composto. Assicuro che sono una vera bontà.

Suggerimento: volendo potete portare questa delizia anche fuori casa mettendo le frittele dentro un panino con dei pomodori…..da leccarsi i baffi.

Unica raccomandazione: i frutti immaturi, le foglie e la corteccia giovane sono velenosi!
Evitate, logicamente, anche di esagerare con le dosi dato che se ingerito in grossa quantità può essere dannoso per l’organismo (come qualsiasi altra cosa) e se decidete di assaggiarlo non raccoglietelo nei pressi di strade o altri ambienti inquinati.

Potete anche provare delle ricette con i fiori di acacia…ottime!