Home Alimentazione Biologica Fichi secchi contaminati da aflatossine. Ritirato lotto in Italia

Fichi secchi contaminati da aflatossine. Ritirato lotto in Italia

796
0
CONDIVIDI

Ancora un caso di lotti contaminati, ritirati dal mercato. Questa volta, si tratta di fichi secchi.

I supermercati Ld market, infatti, avrebbero provveduto al ritiro di un lotto di fichi secchi da 250 grammi, con marchio Manuzzi di Cesena e importati dalla Turchia.

Il motivo del ritiro sarebbe da imputarsi alla presenza nel prodotto di livelli massimi di aflatossina B e G, superiore ai limiti di legge.

Il ritiro è stato segnalato anche dal sistema di allerta rapido della Regione Val d’Aosta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le Aflatossine sono micotossine prodotte da due specie di Aspergillus, Aspergillus flavus (da cui il nome) e Aspergillus parasiticus, un tipo di fungo che si trova in particolare nelle aree caratterizzate da un clima caldo e umido.  Si sviluppano su numerosi substrati vegetali come cereali (con particolare riferimento al mais), semi oleaginosi (come le arachidi), spezie, granaglie, frutta secca ed essiccata, sia durante la coltivazione che durante il raccolto e l’immagazzinamento.

L’azienda avrebbe precisato che il lotto viene direttamente dalla Turchia e l’importazione avviene sulla base di un certificato di analisi emesso dalle autorità turche e verificato in Italia al momento dell’arrivo del prodotto.


Giovanni D’Agata, presidente dello «Sportello dei Diritti», avvisa i consumatori che avessero acquistato il prodotto a non consumarlo a scopo precauzionale e contattare i Carabinieri Nas o la Asl competente per territorio. Mentre consiglia alle persone che presentano sintomi di intossicazione di consultare subito un medico.

I riferimenti del lotto contaminato sono: Fichi secchi Manuzzi confezione da 250 g, Lotto 090022385-11-205, Termine minimo di conservazione 01/10/2015.

(Foto in evidenza: tradekorea; foto interna: nuts.com)