Vuoi una cute più luminosa? Prenditi cura dell'intestino

Guarisci l’intestino per una cute più bella e luminosa

Un intestino affaticato danneggia la salute del corpo nel suo complesso. E la cute è il suo specchio, rivelando se c’è qualcosa che non va. Ecco perché curare l’intestino fa bene alla pelle.

Quando la cute appare secca, flaccida e dal colorito spento, il primo impulso è quello di utilizzare una crema corpo più nutriente. Ma spesso non basta. Il problema è da ricercare all’interno dell’organismo. La pelle ci dice molto sulla nostra salute. Malattie e disturbi come acne, rosacea, eczema, psoriasi e dermatiti sono in genere il sintomo che c’è qualcosa che non va nel nostro organismo.

Spesso dimentichiamo infatti che la cute è un organo vitale e funzionante. Si estende per una superficie media di 21 metri quadrati e corrisponde al 3-10% del peso corporeo.  Quindi, la pelle in realtà è l’organo più grande che abbiamo.

Curare l’intestino per una cute più sana

Secondo la medicina sistemica, l’essere umano è un insieme complesso di cellule tra loro funzionalmente interconnesse. La vita e la salute sono il risultato di una condizione di stabilità dinamica. La pelle è il nostro strato più esterno, più esposto e rispecchia la salute interna del corpo. Una cute in salute dipende sia da fattori esterni come il clima e l’inquinamento, ma anche da fattori interni come la funzionalità del fegato, dei reni e soprattutto dell’intestino.

Se abbiamo dei problemi all’intestino, questi si rifletteranno immediatamente sulla salute della nostra pelle. Creme e oli vanno bene, ma è essenziale ripulire il corpo da dentro per creare una reazione positiva che si rifletterà anche sulla pelle.

Lo specchio vi mostra quando l’intestino soffre

Forse non tutti sanno che l’intestino è strettamente connesso con la salute del sistema immunitario. Quando è affaticato, tutto l’organismo ne risente. Non solo vi sentite più deboli ma anche il vostro aspetto esteriore appare meno brillante.

Sono diverse le cause che possono portare a un affaticamento dell’intestino:

Medicinali. Soprattutto vaccini e antibiotici, aggrediscono i batteri “buoni” dell’intestino e introducono delle sostanze chimiche che possono irritarlo.

Zuccheri semplici. Gli zuccheri infiammano la parete intestinale creando un ambiente acido e alimentando i batteri “cattivi”, che prendono il sopravvento sulla flora.

Farine raffinate. Come per lo zucchero raffinato, anche i prodotti a base di farina bianca, come pasta, cracker, pizza, dolci e così via, possono danneggiare la parete intestinale. Potrebbero infatti creare delle incrostazioni dove si accumulano batteri e tossine.

Cibi spazzatura. I cosiddetti junky food, ma anche gli alimenti lavorati industrialmente, contengono conservanti, esaltatori di sapidità e additivi che aggrediscono la parete intestinale

Masticazione. Mangiare velocemente e a bocconi grossi rallenta la digestione, causando fermentazione e putrefazione, ovvero la cosiddetta febbre intestinale.

Stress. Uno stile di vita troppo frenetico o eventi traumatici possono stressare il sistema nervoso e provocare uno squilibrio ormonale che si riflette sulla muscolatura digestiva e il diaframma, fondamentali per un corretto funzionamento dell’intestino.

Tutto ciò mette a dura prova l’intestino e danneggia la flora batterica. Ciò si traduce in:

  • diarrea o stipsi
  • gonfiore e stanchezza
  • digestione lenta
  • intolleranze alimentari
  • carenza di nutrienti
  • sbalzi di umore
  • sistema immunitario più debole
  • alito pesante
  • candida ed emorroidi

Cosa fare per prendersi cura dell’intestino

Non c’è dubbio che per ripulire l’intestino è necessario eliminare le possibili cause sopra descritte, come alcolici, prodotti lavorati, cibi grassi, e così via. Se il vostro intestino è particolarmente irritato, evitare assolutamente salumi, formaggi stagionati, uova, latticini non biologici.

L’alimentazione ideale da adottare è un’equilibrata dieta vegetariana, che permette all’intestino di affaticarsi meno e ripristinare le sue funzionalità.

Bevete dei succhi fatti in casa con frutta e verdura biologica, che aiutano il corpo a espellere le tossine e a purificarsi. Il succo a base di carote è molto consigliato per la depurazione. Stesso discorso per le tisane. Bevete degli infusi a base di carciofo e finocchio, entrambi con proprietà drenanti e disintossicanti.

APPROFONDISCI: 9 cibi fermentati che fanno bene all’intestino

Per curare l’intestino, qualcuno si affida anche ai semi. I semi di lino vengono considerati un vero e proprio lubrificatore intestinale mentre i semi di chia ripuliscono l’intestino da scorie e tossine. Lasciateli riposare una notte in un bicchiere di latte vegetale, e il mattino dopo avrete un saporito e salutare budino con cui ripulire l’intestino.




Infine, nei condimenti, preferite l’olio di mandorle. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, riesce a guarire le irritazioni dello stomaco e le infiammazioni dell’intestino.

alimentazione per la pelle, benessere della pelle, benessere intestino, cute, depurare intestino


Carmen Guarino

Laureata in Cooperazione internazionale allo sviluppo, sono sempre stata interessata all’economia sostenibile. Nel tempo mi sono appassionata alla naturopatia, e all’alimentazione che resta per me la più importante medicina naturale. Mi piace sperimentare ricette ai fornelli vegetariane e vegane. Altro su di me? Ho due cani magnifici: Neve e Muna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto