polpette di patate con il bimby

Polpette di patate con il Bimby

Oggi come oggi, tendiamo sempre più spesso a mettere in tavola la prima cosa che capita. Il motivo è legato al fatto che, di frequente, abbiamo poco tempo per cucinare.

Per fortuna che la tecnologia, compagna fedele sia in ambito lavorativo, sia quando si parla di quotidianità, ci viene incontro con strumenti come il Bimby, che consente di velocizzare le cose e di portare in tavola delle vere e proprie delizie.

Se sei alla ricerca di ricette Bimby passo passo, in questo articolo te ne presentiamo una estremamente semplice e versatile: le polpette di patate.

Indice dei contenuti

Ingredienti

Le dosi indicate vanno bene per 4 persone.

  • 3 uova
  • Mezzo litro d’acqua
  • 45 grammi di parmigiano grattugiato
  • Olio extra vergine q.b.
  • Mezzo chilo di patate
  • Sale q.b.
  • 70/80 grammi di pangrattato
  • Pepe q.b.
  • 2/3 rametti di prezzemolo
  • Una spruzzata di pepe

Svolgimento

La preparazione delle polpette di patate con il Bimby inizia sbucciando le patate, tagliandole e inserendole nel cestello dell’elettrodomestico. Il passo successivo prevede il fatto di unire l’acqua e di farle lessare per 20/25 minuti. Per quanto riguarda la velocità, bisogna impostare la 1. Per quel che concerne invece la temperatura, bisogna considerare l’alternativa Varoma.

Una volta trascorso il sopra citato lasso di tempo, bisogna prendere le patate, scolarle e trasferirle nel boccale del Bimby. A questo punto, bisogna azionare l’elettrodomestico, alleato in cucina per tantissime persone, impostando la velocità 4 per 15/20 secondi.

I passi successivi prevedono il fatto di unire le uova, il parmigiano e un paio di cucchiai di pangrattato. Da non dimenticare è poi il sale, per non parlare del pepe e del prezzemolo, che dovrà essere preventivamente sminuzzato.

Un raccolto di patate novelle che possiamo usare per le nostre ricette con il Bimby

Dopo aver lavorato il succitato impasto, bisogna lasciarlo riposare per qualche minuto. Subito dopo, bisogna prendere il composto e, con le mani, formare delle palline di medie dimensioni.

A questo punto, bisogna focalizzarsi sul pangrattato rimanente, che deve essere distribuito su un ampio tagliere. Sul pangrattato in questione bisogna passare le palline precedentemente formate, facendo attenzione affinché l’impanatura aderisca alla perfezione a una singola polpetta.

Il passo successivo prevede il fatto di concentrarsi sulla frittura. Basta prendere una padella, riempirla con l’olio extra vergine d’oliva – va benissimo anche quello di semi di girasole – e cominciare a friggere le polpette. Non appena diventano sufficientemente dorate, bisogna scolarle e disporle su una fondina preventivamente ricoperta con un panno di carta assorbente.

Come puoi vedere, si tratta di una ricetta estremamente semplice, perfetta per chi vuole portare in tavola qualcosa di sfizioso quando ha poco tempo. Esistono ovviamente delle varianti sia per quanto riguarda gli ingredienti, sia per quel che concerne le modalità di cottura.

Per quanto riguarda il primo punto, si può parlare dell’aggiunta del caciocavallo o della menta (si tratta di ingredienti tipici delle polpette di patate alla siciliana). Cosa dire, invece, in merito alla cottura? Che se si ha intenzione di portare in tavola delle polpette leggere, si può optare per la cottura in forno preriscaldato a 180°C (per un lasso di tempo di circa 30 minuti).

Tornando un attimo alle varianti riguardanti gli ingredienti, un doveroso cenno deve essere dedicato alla noce moscata. Un’ulteriore alternativa per portare in tavola delle polpette saporite e sfiziose prevede il fatto di aggiungere del prosciutto cotto.

L’impasto può essere arricchito anche con del tonno. Non c’è che dire: con il Bimby e un guizzo di creatività, si possono realizzare delle ricette speciali, amate dagli adulti e dai bambini e con risultati che si possono consumare sia caldi, sia a temperatura ambiente (si conservano un paio di giorni circa in un contenitore ermetico).


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.