Home Alimentazione Biologica Come realizzare delle zuppe invernali buone e nutrienti

Come realizzare delle zuppe invernali buone e nutrienti

414
0
CONDIVIDI

Non c’è niente di meglio delle zuppe invernali per riscaldare queste giornate così fredde. Ecco alcuni preziosi consigli su come realizzarle.

Sono tantissime, sono calde, e fanno bene alla salute, stiamo parlando delle zuppe invernali. Le zuppe invernali sono l’alimento che, meglio di altri, può aiutarci a riscaldare queste giornate fredde. Un primo piatto nutriente e completo, che può soddisfare tutti i palati.

Poi, se alle verdure vengono aggiunti anche cereali e legumi, “abbiamo creato un piatto privo di grassi ma ricco di fibre, proteine, vitamine e minerali con un potere saziante elevato. Personalmente, consiglio una zuppa almeno una volta al giorno: oltre ai benefici derivanti dai nutrienti assimilati, è una pietanza che riduce l’assunzione di calorie e favorisce la digestione“. Ne è convinto Cristiano Bonolo, chef di Vegolosi.it, in una sua intervista per Adnkronos.

Le regole fondamentali per ottenere delle zuppe invernali gustose e nutrienti sono: utilizzare verdure di stagione, aggiungere un buon brodo vegetale, magari aromatizzato con le spezie.

Del resto, lo sappiamo benissimo, le spezie non solo aggiungono un sapore gradevole ai nostri piatti, ma sono ricche di proprietà benefiche per il nostro organissimo. Poi sono veramente tantissime e chiunque può trovare quella che soddisfa maggiormente il proprio palato.

Una chicca in più: le spezie con un sapore deciso possono sostituire il sale (o quantomeno aiutarci a usarne di meno), aromatizzando le nostre zuppe in maniera speciale.

Le ricette classiche prevedono l’utilizzo di verdure fresche e a foglia verde come piselli, zucchine, cavolo e prezzemolo, abbinati a patate e pomodori.

Bonolo suggerisce, per questa stagione fredda, di orientare la scelta su cavolo nero, verza e zucca.

La zuppa può essere cremosa o a pezzetti. La vellutata, ad esempio, è una zuppa cremosa e delicata e viene creata con verdure di stagione che vengono cotte e poi frullate fino a ottenere la consistenza desiderata. Abbiamo già visto come preparare una vellutata di zucca, ma vogliamo riportare una delle due ricette che Bonolo a lasciato ad Adnkronos, perché ci ha incuriosito e perché utilizza il cavolo nero, un ortaggio ricchissimo di sostanze antiossidanti che funge da vero e proprio scudo contro l’influenza e le malattie da raffreddamento.




Ecco la ricetta per quattro persone.

Ingredienti:

  • 2 mazzetti di cavolo nero;
  • 500 g di patate rosse;
  • 2 carote;
  • 3 foglie di salvia;
  • 1 cipolla;
  • olio extravergine di oliva q.b.;
  • brodo vegetale q.b.;
  • sale e pepe q.b..

Iniziate tritando finemente la cipolla e facendola soffriggere in una casseruola con un filo d’olio e la salvia. Pulite il cavolo nero, lavate le foglie con cura, scolate e asciugate.

Tagliare a dadini le patate e le carote. Non appena la cipolla avrà iniziato a imbiondire, unite le foglie del cavolo e le altre verdure. Salate e fate appassire leggermente.

Cuocete il tutto, bagnando di tanto in tanto con il brodo per circa 40/50 minuti. State attenti che le verdure non si attacchino al fondo. Servite con i crostini.

In alternativa, potete anche preparare una buonissima zuppa vegana di pastinaca e rosmarino, o la classica zuppa di fagioli, aromatizzata all’origano.

(Foto: jules)