Come coltivare un albero di nespole a partire dal frutto

Le nespole sono uno dei frutti più buoni che la natura ci regala nel periodo caldo. Il nespolo è un albero molto comune nel nostro continente, e anche in Asia, e può raggiungere i 4-6 metri di altezza, ma in genere ha uno sviluppo abbastanza modesto.

Il vantaggio di questa pianta è che è facile da seminare ma anche da far crescere. Una volta maturo, infatti, l’albero non ha bisogno di grandi cure, è molto resistente al freddo e necessita solo di acqua e di un bel po’ di sole. È inoltre resistente agli attacchi di insetti e parassiti ed è una pianta autofertile.

Le nespole sono dei frutti veramente gustosi, molto ricchi di vitamine e di acqua, il che li rende un alimento adatto a ristorarci dalla calura estiva e a preparare la nostra pelle all’esposizione al sole.

Per poter coltivare il nostro albero di nespole a partire dai frutti avremo bisogno di:

  • una nespola;
  • un coltello;
  • un vaso di 15 cm di diametro;
  • terra;
  • ghiaia.

La prima cosa che dovrete fare sarà estrarre il nocciolo dalla polpa. All’interno del frutto, troverete dai 3 ai 5 semi, tutti con la forma di un fagiolo schiacciato e di colore marrone. Per una migliore riuscita, è consigliabile impiegare i semi di nespole non lasciate ammezzire, ma giunte a completa maturazione sull’albero.

nespole

Una volta estratto il seme, potete decidere se usarlo subito, o farlo seccare per piantarlo in un altro momento.

In entrambi i casi, dovrete riporre i semi in un fazzoletto di carta e lasciarli asciugare per qualche giorno. Successivamente interrateli a un solo centimetro di profondità: potete usare un vasetto, un bicchiere di plastica o un barattolino con il fondo tagliato.

Fino a quando la piantina non sarà cresciuta abbastanza da essere travasata in un contenitore più grande, dovrete evitare l’esposizione diretta al sole, per evitare che si bruci. I primi germogli inizieranno a spuntare dopo circa dieci giorni.

Ricordate che la piantina, man mano che cresce, dovrà essere spostata in vasi più grandi, fino a quando non sarà pronta per essere piantata in giardino. Nei vasi, dove andrà sistemato uno e un solo seme, dovrete creare le condizioni idonee per la crescita della pianta, quindi dovrete usare un miscuglio di terra e ghiaia, alternandoli in diversi strati.

Le piantine dovranno essere innaffiate con regolarità: tutti i giorni, senza esagerare.

Per capire se avete fatto un buon lavoro, vi basterà guardare la crescita della vostra pianta: se dopo averla travasata continua a crescere, significa che vi siete presi bene cura di lei.

Con l’albero di nespole, sappiate che però ci vuole un po’ di pazienza: per poter iniziare a gustare i primi frutti, infatti, dovrete pazientare 5 anni. Dopo questo tempo sarete comunque sicuri della bontà e della sicurezza di ciò che state mangiando.

(Foto in evidenza: matsuyuki; foto interna: okpedia)

alberi da giardino, coltivare nespole, come piantare semi, fai da te, nespole, piante da frutto


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter