Coltiviamo il tè sul balcone?

Provare a produrci il tè da soli? ci avete mai pensato. Non è così complicato farci qualche vasetto di piantine di tè da poi usare per le nostre bevande estive. Proviamo a vedere come possiamo procedere…

Partiamo dai semi, che possiamo facilmente trovare nei vivai a costi contenuti, è importante che i semi siano freschi e per verificarlo e anche perchè è utile ai fini della semina, lasciarle in ammollo verificando che non galleggino. se galleggiano vanno buttati.  Poi occupiamoci del terreno, passo fondamentale. La terra deve essere ad adatta all’acidità della pianta, sia che la mettere a dimora in vaso o in giardino. Quindi acquistiamo terreno per acidofile, passo fondamentale, vanno appena appena coperti e il terreno deve sempre umido.

Tuttavia la pianta del tè non gradisce siti troppo assolati, preferendo posizioni luminose, ma in posti in cui il sole non sia presente nelle ore più calde della giornata. In inverno la dovrete mettere, invece, vicino alla finestra. Possiamo decidere di piantare il nostro tè in qualsiasi momento dell’anno. La pianta di tè non ha una resistenza particolare agli estremi della temperatura, quindi cercate di mantenerla in zone temperate e miti, evitando il sole nei giorni troppo caldi e soprattutto le gelate invernali. Nei primi 60-70 giorni, bagnate abbondantemente il terreno (ben drenato), la pianta, infatti, che necessita di un buon grado di umidità, ma senza arrivare al ristagno, molto pericoloso. La velocità di sviluppo è una delle caratteristiche del tè, le piantine possono arrivare anche a più di due metri in due mesi.

Durante  il periodo di fioritura, togliete i rami spogli e secchi, accrescendo la forza degli altri, che avranno più nutrimento per crescere.

Raccogliete le foglie mature mettetele ad essiccare al sole per circa un giornata intera o poco meno. Una volta secche possiamo preparare il nostro tè.

 

Agnese Tondelli

coltivare il tè, coltivazione del tè, come coltivare il tè, infusi fai da te, tè autoprodotto, tè fatto in casa


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter