Home Alimentazione Biologica Cioccolato in gravidanza migliora la crescita del feto

Cioccolato in gravidanza migliora la crescita del feto

511
0
CONDIVIDI

Ottime notizie per gli amanti del cioccolato! Secondo i ricercatori della Université Laval di Québec City mangiare 30 grammi di cioccolato in gravidanza fa bene al piccolo e alla futura mamma.

Future mamme, aprite le orecchie: il cioccolato in gravidanza fa bene, anzi benissimo! A confermarlo uno studio canadese che sarà presentato al meeting annuale della Society for Maternal-Fetal Medicine.

Trenta grammi al giorno di questo fantastico alimento ricco di proprietà possono far bene alla salute della futura mamma, ma anche del bambino.

Lo studio, realizzato dai ricercatori della Université Laval di Québec City (Canada), coordinati da Sylvie Dodin, sembrerebbe dimostrare che  il cioccolato migliora la crescita del feto, rendendo la placenta più efficiente. La sostanza ridurrebbe anche il rischio di preeclampsia, una complicanza che può interessare le donne incinte. Un risultato che smentisce lavori precedenti che avevano invece prodotto risultati contrastanti proprio rispetto al consumo di cioccolato in gravidanza e al rischio di preeclampsia.

Per condurre le loro ricerche, gli scienziati hanno coinvolto 129 donne incinte, tra l’11° e la 14° settimana di gravidanza. Le volontarie sono state monitorate fino al momento del parto.

Gli autori hanno suddiviso le partecipanti allo studio in due gruppi e le hanno invitate a consumare, ogni giorno, 30 grammi di cioccolato a basso o ad alto contenuto di flavanoli, per un periodo di 12 settimane. L’obiettivo era comprendere gli effetti dei flavanoli, composti naturali presenti nel cacao, durante la gestazione.

Al termine del periodo di prova, tra i due gruppi non sono emerse notevoli differenze; tuttavia, i ricercatori hanno constatato che tutte le volontarie presentavano un’arteria uterina di dimensioni maggiori rispetto alla norma.




L’arteria uterina ricopre un ruolo fondamentale nell’apporto del sangue all’utero, alla placenta e al feto. Un vaso più grande potrebbe dunque incrementare l’efficienza della placenta e diminuire il rischio di preeclampsia.

Come spiega Emmanuel Bujold, uno degli autori della ricerca: “Lo studio dimostra che il cioccolato potrebbe avere un impatto positivo sulla placenta, sulla crescita e sullo sviluppo fetale. Inoltre, suggerisce che gli effetti benefici del cioccolato potrebbero non essere dovuti esclusivamente e direttamente ai flavanoli che vi sono contenuti”.

Ricordiamo che il cioccolato, grazie ai suoi composti, può rivelarsi un ottimo alleato per mantenere giovane il cervello. Non solo.  Sembra inoltre che il cioccolato amaro possa avere un ruolo di primo piano nel trattamento dell’ipertensione.

Ricordate, comunque, di prestare molta attenzione al consumo degli alimenti durante la gravidanza. Accanto a quelli che fanno assolutamente bene alla mamma e al piccolo, infatti, ce ne sono altri che possono comportare alcuni rischi.

Al link trovate una piccola lista di quelli maggiormente a rischio: http://ambientebio.it/gravidanza-8-cibi-a-cui-prestare-attenzione-durante-le-feste/

(Foto)