carenza di magnesio

Carenza di magnesio nel corpo: sintomi, cause e cibi in cui ne troviamo di più

La carenza di magnesio è una problematica spesso mal diagnosticata, perché difficilmente traspare dagli esami del sangue e la sua ricerca non è inserita nelle analisi di routine.

Eppure, il magnesio è un minerale essenziale per il nostro organismo, perché la sua assenza può essere alla base di vari disturbi e diversi tipi di malattie.

Molte persone, quotidianamente, possono soffrire di carenza di magnesio senza nemmeno accorgersene. Tra i sintomi più comuni ci sono: una continua sensazione di sete o ancora spossatezza, disturbi del sonno, alti livelli di stress.

Tutti segnali che possono essere sottovalutati o scambiati come campanello d’allarme di altre carenze, altre malattie.Vediamo allora alcuni sintomi che possono aiutarci a capire meglio se siamo di fronte a una carenza di magnesio.

I primi segnali di una carenza di questo minerale possono essere la perdita di appetito, la presenza di nausea e di affaticamento, un senso generale di debolezza.

Spasmi e dolori muscolari dovuti a carenza di magnesio

I muscoli appaiono deboli, visto che parte del magnesio è immagazzinato nei tessuti e si può andare incontro spesso a crampi e dolori muscolari.

Appena la carenza di magnesio peggiora, i sintomi diventano più persistenti e soprattutto fastidiosi. Si può arrivare a un intorpidimento della muscolatura, al formicolio, ma anche ad anomalie del ritmo cardiaco e a convulsioni. Molto frequente la sindrome delle gambe senza riposo.

Dobbiamo prestare bene attenzione a una cosa: la carenza di magnesio può colpire quasi tutti gli organi e i sistemi del corpo, con particolare riferimento ai muscoli scheletrici.

Per questo è frequente che si presentino spasmi, crampi, tensione o dolori alla schiena, al collo e alla testa. Inoltre, si può sperimentare anche un senso di costrizione toracica e di difficoltà respiratorie.

Disturbi del sistema nervoso

A questi sintomi possono essere collegati anche costipazione, difficoltà a deglutire, soprattutto quando si mangia lo zucchero, difficoltà ad abituarsi ad ambienti luminosi, alta sensibilità al rumore.

Anche il sistema nervoso centrale e quello periferico sono continuamente influenzati da questa carenza: possiamo andare incontro a iperattività, insonnia, agitazione costante, attacchi di panico.

Se c’è una carenza di magnesio, il cervello ne viene particolarmente colpito. Il pensiero diventa nebuloso, confuso, disorientato, ci si sente depressi e si può anche andare incontro ad allucinazioni.

carenza di magnesio

Uno dei motivi principali per cui i medici prescrivono milioni di tranquillanti ogni anno è che le persone si sentono nervose e irritabili.

Condizioni che possono essere in gran parte causate proprio da una carenza di magnesio. La persona che ne soffre, infatti, diventa irritabile, nervosa e molto sensibile al rumore, è iper-eccitabile.

Perchè l’80% delle persone soffre di carenza di magnesio e non lo sa

La carenza di magnesio è spesso erroneamente diagnosticata perché non compare negli esami del sangue: solo l’1% del magnesio corporeo è immagazzinato nel sangue.

La maggior parte dei medici e dei laboratori non include nemmeno il livello di magnesio nelle analisi del sangue di routine. Pertanto, la maggior parte dei medici non sa quando i loro pazienti sono carenti di magnesio, anche se gli studi dimostrano che la maggior parte dei pazienti è carente di magnesio.

Ecco le affermazioni del Dr. Norman Shealy: “Ogni malattia nota è associata a una carenza di magnesio : il magnesio è il minerale cruciale richiesto per la stabilità elettrica di ogni cellula del corpo. Una carenza di magnesio può essere responsabile di più malattie di qualsiasi altra altro nutriente. ” La verità che afferma espone un buco nella medicina moderna che spiega molto sulle malattie iatrogene .

Poiché la carenza di magnesio è in gran parte trascurata, milioni di persone soffrono inutilmente o stanno avendo i loro sintomi trattati con farmaci costosi quando potrebbero essere curati con l’integrazione di magnesio. Si deve riconoscere da soli i segni della carenza di magnesio o del suo bisogno poiché la medicina allopatica si perde in questo senso. È davvero qualcosa di molto più sottile della fame o della sete, ma è paragonabile.

Poche persone sono consapevoli dell’enorme ruolo che il magnesio svolge nei nostri corpi. Il magnesio è di gran lunga il minerale più importante nel corpo. Dopo l’ossigeno, l’acqua e il cibo di base, il magnesio potrebbe essere l’elemento più importante necessario per i nostri corpi; di vitale importanza, ma difficilmente conosciuto. È più importante del calcio, del potassio o del sodio e regola tutti e tre. 

In realtà, sembra esserci una relazione tra ciò che percepiamo come sete e le carenze di elettroliti. Ricordo una persona che chiedeva: “Perché mi sento disidratata e ho sete anche se bevo tanta acqua?” La sete può significare non solo mancanza d’acqua, ma può anche che non si ricevono abbastanza nutrienti ed elettroliti. Il magnesio, il potassio, il bicarbonato, il cloruro e il sodio sono alcuni esempi di principio e questo è uno dei motivi per cui il cloruro di magnesio è così utile.

PUOI TROVARE LE CAPSULE DI CLORURO DI MAGNESIO A 12 EURO A QUESTO LINK

PUOI TROVARE IL CLORURO DI MAGNESIO IN POLVERE A 14 EURO A QUESTO LINK

Problemi cardiovascolari

Anche il sistema cardiovascolare può lanciarci i suoi segnali, tra cui: palpitazioni, aritmie cardiache, pressione alta.

Naturalmente, non è sufficiente che uno solo di questi sintomi sia presente per pensare di essere di fronte a una carenza di magnesio. Per iniziare ad avere dei dubbi e dare il via ad esami più approfonditi è infatti necessario che si presentino più disturbi uniti insieme, anche se non tutti.

L’importanza del magnesio

Il magnesio è un minerale necessario per la sopravvivenza di ogni cellula del corpo: ha infatti un ruolo chiave in molti sistemi enzimatici e reazioni del metabolismo; è essenziale per la sintesi proteica e per l’uso di grassi e carboidrati immessi con l’alimentazione, al fine di creare l’energia sufficiente al funzionamento del corpo.

Quando si è carenti di magnesio, si genera anche una grande perdita di calcio nelle urine; questo può facilitare la presenza di carie, uno sviluppo osseo scadente, una lenta guarigione delle fratture.

La carenza può presentarsi naturalmente a livelli differenti:

  • Primi segnali: stanchezza fisica e mentale, tensione persistente, tic sotto gli occhi, tensione nelle spalle e nella schiena, mal di testa, ritenzione di liquidi durante la fase premestruale. I primi sintomi di una carenza di questo minerale possono essere la perdita di appetito, la presenza di nausea e di affaticamento, un senso generale di debolezza.
  • Manifestazioni di una più importante carenza di magnesio: debolezza, affaticamento, confusione, irritabilità, nervosismo, ansia, cattiva digestione, squilibri ormonali, incapacità di dormire, tensione muscolare, spasmi e crampi, indebolimento delle ossa.
  • Una grave carenza di magnesio genera: ritmo cardiaco anormale, bassi livelli di calcio e potassio nel sangue, insonnia, mal di testa, visione offuscata, ulcere della bocca, stanchezza e ansia.

Questa problematica non si verifica soltanto negli adulti. Può essere presente anche nei bambini, in genere perché:

  • gli alimenti che mangiano sono molto elaborati e non forniscono un nutrimento effettivo per il corpo;
  • la maggior parte dei bambini non assorbono i minerali necessari, anche se presenti nell’intestino. L’assorbimento del magnesio dipende dalla salute dell’intestino, che è totalmente compromessa nella sindrome di permeabilità intestinale e di altri problemi connessi;
  • perché gli integratori orali che i medici prescrivono non sono facilmente assorbiti dall’organismo, visto che spesso non vengono dati nel modo giusto.

Dove si trovano le maggiori fonti di magnesio

I seguenti alimenti contengono quantità eccezionalmente elevate di magnesio. Le porzioni descritte sono per 100 grammi:

Crusca di riso, grezzo (781 mg)
Alghe, agar, essiccata (770 mg)
Erba cipollina, liofilizzati (640 mg)
Spezie, coriandolo foglia, essiccato (694 mg)
Semi, zucca, secchi (535 mg)
Di cacao, polvere, senza aggiunta di zucchero (499 mg)
Spezie, basilico, essiccato (422 mg)
Semi, semi di lino (392 mg)
Spezie, semi di cumino (366 mg)
Frutta a guscio, noci brasiliane, secchi (376 mg)
Prezzemolo, liofilizzato (372 mg)
Semi di sesamo, farina (346 mg)
Burro di mandorle (303 mg)
Frutta a guscio, noci di acagiù, tostate (273 mg)
Banane, disidratate (108 mg)
Scalogni, liofilizzati (104 mg)
Porri, liofilizzati (156 mg)
Cipolle, fiocchi disidratati (92 mg)
Fortunatamente, per chi ha bisogno di dosi più elevate, o non sono inclini a consumare alimenti ricchi di magnesio, ci sono forme supplementari comunemente disponibili sul mercato. APPROFONDISCI IL LEGAME TRA MAGNESIO E ALIMENTAZIONE A QUESTO LINK

La natura, come sempre viene in nostro soccorso, fornendoci i nutrienti necessari al nostro benessere. Per approfondire l’argomento su quali cibi migliori ci possono aiutare a limitare le nostre carenze di magnesio, potete leggere il nostro articolo: http://www.ambientebio.it/limportanza-del-magnesio-nella-nostra-alimentazione/

Se volete invece approfondire i diversi tipi di questo minerale, cliccate al link: http://www.ambientebio.it/magnesio-differenze-fra-le-varie-tipologie/

Leggi anche:

Ossa in salute? Attenti alla carenza di magnesio

180 condizioni terapeutiche in cui il ruolo del magnesio è fondamentale

Magnesio Integratore fondamentale per il nostro benessere

 

Carenza di magnesio, carenza di sali minerali, carenza magnesio sintomi, integratori magnesio, magnesio, proprietà magnesio


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter