PESTO

Pesto: rinvenuti pesticidi in numerosi marchi italiani

Una nuova analisi, condotta dalla rivista specializzata tedesca, la Okotest, ha preso in rassegna 20 confezioni di pesto, alcune delle quali vendute anche In Italia, per valutare se al loro interno ci fossero tracce di pesticidi o altre sostanze potenzialmente nocive per la salute.

Si, perchè dall’analisi sono emersi dati sconcertanti in quanto i vasetti di pesto non contengono solo basilico, pinoli e parmigiano.

I marchi analizzati

Tra i marchi analizzati:

  • Pesto Verde-Alnatura (biologico)
  • alla genovese Barilla
  • verde Bertolli
  • alla genovese Buitoni
  • alla genovese Casa Romantica
  • alla genovese Cucina (Aldi)
  • alla genovese De Cecco
  • alla genovese Gut and Gunsting
  • alla genovese Italiamo (Lidl)
  • Pesto Verde Ja!
PESTO
Pesto: un classico della cucina italiana ma occhio ai marchi contenenti pesticidi e minerali pericolosi per la salute.

Ed ancora:

  • alla genovese K-Classic
  • al basilico con pecorino-La Selva (biologico)
  • verde-Miràcoli
  • alla genovese-Mondo Italiano
  • Verde-Oro d’Italia
  • alla genovese Bio P pura (biologico)
  • ligure-Rapunzel (biologico)
  • alla genovese Saclà
  • San Fabio
  • alla genovese Villa Gusto

Gli sconcertanti risultati emersi dall’indagine

I risultati riportati dalla rivista hanno assegnato, nel 60% dei pesti di basilico analizzati, un punteggio scarso o insufficiente mentre solo due hanno portato acasa un soddisfacente.

In essi sono stati trovati oli minerali, pesticidi o entrambe le cose.

8 prodotti sono risultati con alti livelli di idrocarburi saturi (MOSH) o idrocarburi aromatici (MOAH).

Quanto ai pesticidi, solo Buitoni e altre 4 marchi biologici testati ne sono privi, mentre nel pesto Barilla sono state rinvenute tracce di deltametrina, pesticida che mette in pericolo le api, cos’ come nel pesto di un altro noto marchio è stato trovato l’acetamipride.

In due pesti, il laboratorio ha rivelato la presenza di pletil dietilecssilftalato (DEPH),classificato come pericoloso per la riproduzione, mentre altre marche contengono tracce di plastificanti.

Le pagelle dei nostri pesti

In generale, quali sono le pagelle da assegnare ai nostri pesti e quali preferire?

  • Pesto alla genovese Barilla (tracce di 10 pesticidi)
  • verde Bertolli (tracce di 5 pesticidi e di minerali, compresi MOAH)
  • alla genovese De Cecco (tracce di 7 pesticidi e di minerali, compresi i MOAH)
  • alla genovese Saclà (4 pesticidi e tracce di mineralim inclusi i MOAH)

Tra i pesti migliori il pesto Buitoni e il pesto genovese biologico Ppura.

pesticidi, Pesto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.