melarossa

Melarossa: vediamo se la sua dieta fa dimagrire

Melarossa: si paga? Come funziona?

Esistono un sito e un’app che promettono di aiutare chi ne ha bisogno, a dimagrire: è il fenomeno melarossa. Quando una persona decide di perdere peso, può ricorrere a qualsiasi soluzione: diete drastiche, guru dell’alimentazione, prodotti brucia grassi. Abbiamo cercato di capire qualcosa in più di questa dieta amatissima dagli utenti web.Ecco come funziona.

Melarossa è un portale dedicato al benessere. Al suo interno, sono presenti articoli e sezioni inerenti la dieta, il fitness, la bellezza, ma anche suggerimenti per ricette light. Sul sito, si legge che la supervisione scientifica è a cura della S.I.S.A., la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione, una società costituita nel 1967.

Come funziona Melarossa

Per poter ottenere la dieta personalizzata Melarossa, la prima cosa da fare è iscriversi al sito e attivare un account con cui accedere al portale. Una volta compiuto questo primo passaggio, melarossa chiede una serie di dati, fondamentali per determinare una dieta ad hoc. Età, peso, sesso e altezza sono essenziali per ricavare una prima valutazione della massa corporea e dell’indicatore del peso ideale. Completano il profilo i dati relativi alla circonferenza vita e fianchi. Si tratta di informazioni attraverso le quali il sistema attribuisce all’utente un fototipo di appartenenza. La scelta dell’obiettivo peso, compreso all’interno di una fascia che comprende un range di obiettivi idonei alla costituzione fisica dell’utente,e delle attività fisiche, permettono poi di ottenere la dieta finale.

Nella propria sezione personale, è possibile visualizzare costantemente la dieta, la lista della spesa, registrare i propri progressi e fare il check periodico del peso.

melarossa

Cosa ne pensano gli utenti

Come dicevamo, Melarossa è anche un’app, disponibile sull’appstore di Android e iOs. Qui, è possibile contemporaneamente leggere alcune delle più interessanti recensioni degli utenti che si sono affidati a questo tipo di dieta.

La prima recensione che balza agli occhi è quella di un’utente che dichiara di aver perso da giugno a settembre ben 14 kg. In generale, gran parte degli utilizzatori afferma di perdere effettivamente peso. Chi pochi kg, chi tanti, sembra che la dieta melarossa funzioni davvero.

Ma non è poi tutto così perfetto. Del resto, ogni servizio può sempre migliorare. Una delle lamentele più comuni tra gli utenti, ad esempio, è l’impossibilità di effettuare sostituzioni di pasti.

Ma è veramente gratis?

Ecco un’altra delle lamentele degli utenti. Sembra, infatti, che dopo una prima settimana completamente gratuita, sia necessario pagare una quota. Per la tecnologia IOS è previsto, dopo la promo, un costo in abbonamento settimanale di 0,99 euro o mensile di 2,99 euro.Per il sistema operativo Android è previsto, dopo la prima settimana di dieta gratuita, il solo costo di abbonamento mensile di 2,69 euro.

Le opinioni: vantaggi e svantaggi della dieta Melarossa

Tra i vantaggi della dieta melarossa, sembra ci sia la possibilità di accedere a una dieta abbastanza equilibrata, che porta a perdere circa 1 kg a settimana. È comodo anche il fatto di trovare sul proprio account una lista della spesa personalizzata e, comunque, è prevista una settimana di prova che consente di testare la dieta.

Tra gli svantaggi che possiamo trovare su questa dieta c’è sicuramente il limite nella sostituzione degli alimenti, lamentato anche dagli utenti. Un limite naturale di affidarsi a una dieta su internet è inoltre l’impossibilità di valutare lo stato di salute generale della persona, che un professionista, invece, potrebbe tranquillamente monitorare.

E voi, avete provato melarossa? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.

Leggi anche: La dieta FODMAP: la dieta della pancia piatta

dieta gratis, dieta online, dieta personalizzata, melarossa, perdere peso online


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]