edamame

Emadame: come cucinare i deliziosi semi di soia dolci

Questi famosi fagiolini provengono da una varietà speciale di piante di soia; non sono gli stessi semi di soia che vedi crescere nelle colture italiane (quelle varietà sono in genere lavorate per olio, tofu e mangimi per animali). A differenza dei normali semi di soia maturi, che diventano secchi e marroni, i fagioli all’interno dei baccelli di edamame sono morbidi, verdi e commestibili. Alcune persone descrivono il gusto come nocciolato e burroso, un sapore davvero unico.

Benefici nutrizionali di Edamame

Una porzione da ½ tazza di edamame sgusciata ha 100 calorie, 3 grammi di grassi e 8 grammi di proteine. Inoltre, poiché è un fagiolo intero, l’edamame ha molte fibre. Ne contiene 3 grammi, ovvero quanto ne troveresti in una fetta di pane integrale. Edamame è anche ricco di sostanze fitochimiche e steroli vegetali, entrambi associati alla riduzione del rischio di cancro.

Cosa sapere prima della cottura dell’emadame

Per dare alla tua cucina un’atmosfera cosmopolita ed esotica prova a cucinare questi semi di soia asiatici dolci!

Prima di imparare a cucinare l’edamame, decidi se acquistarlo fresco o congelato, sgusciato o sgusciato. Se ti piace gustare l’edamame direttamente dal baccello, vorrai imparare a cucinare l’edamame fresco; di solito viene venduto sgusciato (ovvero, ancora nel baccello). La preparazione “nel guscio” è quella che probabilmente hai visto come antipasto nei ristoranti asiatici. Tuttavia, se vuoi sapere come cucinare gli edamame senza guscio, la soluzione migliore è cercare edamame congelati e refrigerati, che di solito vengono venduti già sgusciati. Questa forma di edamame si aggiunge facilmente a zuppe, fritture e altre ricette.

Suggerimento per la sicurezza alimentare: l’edamame deve essere cotto prima di mangiare? Sì! I semi di edamame sono incredibilmente difficili da rimuovere quando sono crudi. Fortunatamente, scivolano via facilmente una volta cotti i baccelli. Inoltre, se stai cucinando edamame congelato, ricorda che per la sicurezza alimentare, tutte le verdure congelate (incluso l’edamame) devono essere cotte accuratamente prima di essere servite.

Come cucinare Edamame fresco?

Una ciotola fumante di baccelli di edamame conditi è un antipasto tipico in molti ristoranti asiatici. Tuttavia, potresti essere sorpreso di quanto sia facile cucinare l’edamame a casa. Ecco come cucinare l’edamame fresco:

  • Portare ad ebollizione una pentola di acqua leggermente salata. Aggiungere i baccelli e riportare l’acqua a bollore. In generale, il tempo di cottura degli edamame è di circa 5 minuti. Non cuoceteli troppo altrimenti diventeranno molli.
  • Scolare i fagioli; raffreddali sotto l’acqua corrente fredda in uno scolapasta o immergili in acqua ghiacciata per fermare la cottura.
  • Per sgusciare i fagioli, spremere delicatamente i baccelli con le dita, oppure… divertirsi a mettere i baccelli in bocca e far uscire i fagioli dalla buccia usando i denti!
  • Alcune persone servono l’edamame freddo e conservano in frigorifero i fagioli cotti per un’ora o due dopo la cottura. Ad ogni modo, potresti cospargerli di sale grosso o immergerli nella salsa di soia.
  • Se stai aggiungendo edamame cotti alle ricette, una volta che hai cucinato e sgusciato gli edamame come indicato sopra, questi sono pronti per l’applicazione in altre ricette.

Come cucinare gli edamame surgelati (sgusciati)

L’edamame congelato viene solitamente sgusciato e poiché i fagioli vengono cotti prima di essere congelati, non richiedono molto tempo di cottura. A meno che le indicazioni sulla confezione o la tua ricetta non specifichino diversamente, ecco come cucinare l’edamame sgusciato da uno stato congelato:

  • Portare a bollore una pentola d’acqua.
  • Aggiungere fagioli edamame congelati.
  • Far bollire fino a quando il tutto non è completamente riscaldato. In questo caso, il tempo di cottura degli edamame è generalmente di 2-3 minuti. Nota che alcune ricette potrebbero richiedere di cuocere più a lungo l’edamame (per esempio se i fagioli devono essere schiacciati in una crema spalmabile).
  • Scolare in un colino.

Se aggiungi gli edamame congelati a insalate, panini o altre ricette in cui verranno serviti freschi o freddi, dovrai comunque cuocerli accuratamente prima del servizio. Dopo la cottura, passali sotto l’acqua fredda per farli raffreddare.

Consiglio culinario

Ti chiedi come cucinare l’edamame congelato che è ancora nel guscio? Per prima cosa, dovrai trovarne alcuni. L’edamame sgusciato congelato è generalmente più difficile da trovare rispetto all’edamame sgusciato fresco. Cercalo nei negozi di alimenti naturali, nella sezione di alimenti naturali del tuo negozio di alimentari e nei mercatini di prodotti biologici. Cuocere secondo le indicazioni sulla confezione.

Come cucinare Edamame refrigerato

Cerca edamame freschi completamente cotti e sgusciati nella sezione prodotti del tuo negozio di alimentari. In questo caso, basterà cuocerli pochi minuti al microonde perché siano pronti da servire.

Come mangiare Edamame nella conchiglia?

Ricorda, non mangiare il baccello! Piuttosto, metti il ​​​​baccello in bocca e, mentre tiri fuori il baccello dalla bocca, usa i denti per estrarre i fagioli dai loro baccelli.

Come conservare Edamame fresco?

Prova a cucinare i baccelli di edamame il prima possibile dopo l’acquisto. Si possono conservare uno o due giorni in frigorifero prima della cottura. Una volta cotti, i baccelli di edamame possono essere conservati in frigorifero per diversi giorni. Il congelamento è un’altra opzione. Puoi congelare i baccelli interi cotti o sgusciare i fagioli e congelarli.

Leggi anche:

Tempeh, la “carne” di soia: tutte le proprietà e 3 gustose ricette

Soia verde: proprietà e gustose ricette

Li spacciano per germogli di soia, ma in realtà non lo sono. L’assurda scoperta

edamame, semi di soia dolci


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto