Home Alimentazione Biologica Capsaicina e gingerolo insieme riducono il rischio cancro

Capsaicina e gingerolo insieme riducono il rischio cancro

2530
0
CONDIVIDI
Capsaicina e 6-gingerolo insieme per contrastare il cancro

Alcuni elementi presenti nel peperoncino e nello zenzero, la capsaicina e il 6-gingerolo, potrebbero agire insieme per prevenire il cancro. Lo studio.

A differenza di quanto sostenevano studi precedenti, pare che la capsaicina sia in grado di ridurre il rischio di cancro. Solo, però, quando l’assimilazione è abbinata al gingerolo. In uno studio comparso su ACS, il Journal of Agricultural and Food Chemistry, si afferma infatti che il 6-gingerolo avrebbe la capacità di contrastare alcuni effetti dannosi della capsaicina. Ma facciamo un po’ di chiarezza!

La capsaicina è un alcaloide, costituente il principio amaro dei frutti di capsicum annuum, il comune peperoncino. È questo elemento a dare l’azione stimolante e piccante al peperoncino.

Il gingerolo, o meglio i gingeroli, sono invece presenti nello zenzero e gli attribuiscono il sapore piccante.

Secondo uno studio recente, questi due elementi combinati insieme avrebbero effetti positivi sulla riduzione del rischio di contrarre il cancro. Vediamo come.

Un ruolo controverso

Se lo zenzero si è dimostrato molto promettente come ingrediente curativo, l’interazione della capsaicina con le cellule tumorali è stato molto controversa e dibattuta negli ultimi anni. Se da un lato alcuni ricercatori ritengono sia un elemento cancerogeno, altri ne hanno invece sottolineati gli effetti chemioterapici.




Sia i peperoncini che lo zenzero sono spezie ampiamente utilizzate in cucina, soprattutto in Asia“, si legge su ACS. Entrambi “sono stati studiati per i loro potenziali effetti sulla salute. Anche se alcuni studi hanno mostrato degli effetti benefici del peperoncino, altri hanno suggerito che una dieta ricca di capsaicina potrebbe essere associata con il cancro allo stomaco“.

Da questa controversia, sono partiti i ricercatori dell’American Chemical Society per affrontare il loro studio sulla materia. Da qui la scoperta: sia la capsaicina che il 6-gingerolo legano con lo stesso recettore, collegato con la crescita dei tumori.

Una nuova speranza

“Nel corso di diverse settimane“, leggiamo ancora su ACS, “i ricercatori hanno alimentato dei topi, inclini a contrarre cancro ai polmoni, alternativamente con capsaicina o con il 6-gingerolo, o con una combinazione dei due elementi. Durante il periodo di studio, tutti i topi che hanno ricevuto solo la capsaicina hanno sviluppato un carcinoma ai polmoni. Tumore che invece ha colpito solo la metà di quelli alimentati con 6-gingerolo. Sorprendentemente, una percentuale ancora più bassa – solo il 20% – ha sviluppato il cancro tra i topi alimentati con entrambi i componenti“.

I risultati dello studio dimostrano quindi che il gingerolo e la capsicina non solo riducono il rischio di cancerogenicità dell’alcaloide dei peperoncini, ma anche la loro azione sinergica nella prevenzione dei tumori polmonari indotti da uretano.

La scoperta“, scrivono i ricercatori, “apre una nuova strada nel contrasto agli effetti dannosi per la salute della capsaicina, dovuti al consumo di peperoncino, e rappresenta una nuova strategia nella chemio-prevenzione del cancro“.

 

Foto: Julie Gibbons on Flickr

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here