Home Alimentazione e Salute Le verdure da evitare se soffri di infiammazioni

Le verdure da evitare se soffri di infiammazioni

1019
3
infiammazioni

Cos’è l’infiammazione

Fino a pochi anni fa l’infiammazione era un problema come gli altri, un sintomo che veniva soffocato con l’uso di farmaci. Oggi la visione è cambiata e rappresenta uno dei meccanismi principali di una serie interminabile e variegata di malattie.

L’infiammazione è – molto generalmente parlando – la risposta del sistema immunitario del corpo allo stimolo. L’infiammazione si verifica quando il sistema immunitario combatte contro qualcosa che potrebbe rivelarsi dannoso.
L’infiammazione è un meccanismo di difesa nel corpo.

Un’infiammazione non è sempre una risposta utile del corpo. In alcune malattie il sistema immunitario combatte per errore le proprie cellule, causando risposte infiammatorie dannose. Questi includono, ad esempio:

  • Artrite reumatoide, in cui molte articolazioni in tutto il corpo sono permanentemente infiammate
  • Psoriasi, una malattia cronica della pelle
  • Infiammazioni dell’intestino come morbo di Crohn o colite ulcerosa

15 verdure che dovresti evitare se soffri di infiammazioni

Le principali verdure sotto accusa associate all’infiammazione sono quelle della famiglia delle Solanacee . Le verdure di questa famiglia contengono alcaloidi, che sono un tipo di composto. Uno dei principali alcaloidi è la solanina. In grandi quantità, può essere tossico.

Le solanacee da evitare includono:

  • Friggitello
  • Peperoncini
  • Melanzane
  • Peperoni
  • Patate
  • Pomodori
  • Carciofi (non è un vegetale solanaceo, ma contiene alcaloidi simili)
  • Pepe

Verdure utili in caso di infiammazioni

Esistono invece molte verdure che possono andare a sostituire le solanacee, e anche aiutano a contrastare le infiammazioni.

Verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde sono piene di antiossidanti, in particolare i polifenoli. I polifenoli sono composti e hanno proprietà anti-infiammatorie. Lavorano per alleviare lo stato di infiammazione combattendo lo stress ossidativo dovuto ai radicali liberi. Ci sono cinque verdure a foglia verde che sono superiori alla maggior parte delle opzioni alimentari sane per ridurre uno stato di infiammazione e queste includono:

  • spinaci
  • cavolo riccio
  • broccoli
  • cavoletti di Bruxelles
  • cavolfiore

Aglio e cipolla

Entrambe le opzioni vegetali sono ricche di sostanze anti-infiammatorie. Uno dei più attivi è noto come composto di organosolfuro di aglio. Per secoli, questi composti sono stati utilizzati per la prevenzione e il trattamento di numerose condizioni di salute, dal cancro alle malattie cardiache. Alcune ricerche emergenti mostrano che le proprietà antinfiammatorie di questi composti possono fornire una risposta antitumorale.

Bok choy

Questo è un tipo di cavolo cinese ed è ricco di minerali e vitamine che funzionano come antiossidanti. In questo vegetale ci sono acidi idrossicinnamici e circa 70 additivi fenolici, che agiscono tutti come antiossidanti. Questi lavorano duramente per eliminare i radicali liberi e alleviare il danno ossidativo che possono fare al corpo, compresa la riduzione del rischio di radicali liberi che causano uno stato di infiammazione.

Sedano

Il sedano viene spesso menzionato quando si parla di verdure che hanno proprietà anti-infiammatorie positive . Ciò è dovuto principalmente ai suoi antiossidanti e flavonoidi polifenolici. Flavonoidi, come la quercetina e altri antiossidanti come l’acido caffeico, acido fenolico e acido ferulico, possono aiutare a beneficiare varie condizioni infiammatorie come artrite infezioni, fegato e rene, infezioni del tratto urinario, gotta, sindrome dell’intestino disturbi della pelle irritabili e determinati.

Barbabietola

Loading...

Questo è uno dei vegetali più nutrizionalmente diversi che ci sia, nonché una fonte principale di antiossidanti anti-infiammatori. Uno di questi, noto come betalaina, è responsabile del forte tono delle barbabietole, ma ha anche potenti proprietà antinfiammatorie. Questo ortaggio è anche ricco di magnesio. La ricerca mostra che lo stato di infiammazione e carenza di magnesio sono correlati tra loro.

Curcuma

Sebbene non sia un vegetale, le sue proprietà antinfiammatorie sono ben documentate. Uno degli usi principali di questa spezia è combattere l’infiammazione associata all’artrite. In un piccolo studio del 2012, è stato dimostrato che la curcuma ha la capacità di prevenire il processo infiammatorio nelle articolazioni. È meglio utilizzare la versione fresca di questa spezia per garantire il massimo beneficio.

3 COMMENTI

  1. ….Come si fa a riconoscere che dette verdure, non provengano ( vista la enorme delinquenza in uso, pur di arricchirsi,) da campi inquinati ( in Italia ne vantiamo la presenza un po dovunque ….) o da importazioni da paesi che non hanno disciplinari corretti e sorvegliati…..?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.