Home Alimentazione Biologica I Funghi Shiitake definiti l’elisir di lunga vita

I Funghi Shiitake definiti l’elisir di lunga vita

24195
1
CONDIVIDI
funghi shiitake

Il nome deriva da “Shii”(quercia) e “Take” (fungo) provengono dall’Estremo Oriente. I Funghi Shiitake sono diffusi nella Cina e sono parte integrante della dieta Giapponese.

I funghi shiitake crescono spontaneamente sui tronchi di queste querce. Sono ricchi di proteine vegetali, ferro, fibra, minerali e vitamine sono poveri di contenuti calorici.

Contengono vitamine B1, B2, B6, B12 e D2, alti contenuti in Riboflavina e Niacina. Presente anche la eritadenina inoltre, che è un aminoacido in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, prevenendo l’indurimento delle arterie e di riflesso anche l’ipertensione arteriosa.

Contiene inoltre la LENTINIA, uno zucchero che stimola la produzione di linfociti T e cellule killer, importanti nella prevenzione dei radicali liberi ( con azione preventiva antitumorale nel tratto intestinale, epatico, nello stomaco, nel polmone ed ovaie) e delle infezioni in genere. L’ ERITADENINA è un aminoacido in grado di abbassare il colesterolo, previene l’indurimento delle arterie e di riflesso anche l’ipertensione arteriosa Contengono inoltre un induttore di interferone, l’ERGOSTEROLO 06che è uno steroide vegetale il quale viene convertito in vitamina D a seguito dell’esposizione ai raggi ultravioletti, che sono utilizzati nell’essiccazione dei funghi.

L’acido linoleico contenuto negli Shiitake viene convertito dall’organismo in diversi tipi di prostaglandine. Contiene INTERFERONE ( alfa-interferone e gamma-interferone) , un induttore dell’interferone che aiuta a contrastare le forme virali.



Vi proponiamo una ricetta veloce e spiritosa:

Il Sushi con i funghi shiitake

Ingredienti: 200 g di riso Vialone nano_10 teste di funghi shiitake_1 cespo di bok choy_2 dl di acqua minerale naturale_1 cucchiaino di sakè dolce_2 cm di alga kombu_1 cucchiaio di zucchero_3 cucchiaini di sakè_olio di riso qb_sale

Versate il riso in un contenitore e lavatelo sotto l’acqua corrente. Risciacquatelo e lasciatelo asciugare per 30 minuti. Pulite con cura i funghi e fate un taglio a croce sulla superficie delle teste. Mondate, lavate, asciugate i bok choy e spezzettateli minutamente. Mettete il riso in una casseruola, aggiungete l’acqua minerale, il mirin, l’alga e portate a bollore. Eliminate l’alga, coprite la pentola e continuate la cottura a fuoco lento per 10-12 minuti. Spegnete, aggiungete i bok choy, mescolate, coprite la casseruola con un telo e rimettete il coperchio. Lasciate riposare per 15 minuti in modo che il riso si gonfi.

Mettete in un pentolino l’aceto, lo zucchero e una presa di sale, scaldate mescolando, spegnete e lasciate raffreddare. Bagnate un recipiente con acqua e aceto e disponete il riso cotto sul fondo. Versate la soluzione preparata con aceto, zucchero e sale e raffreddate velocemente il riso con un ventaglio. Ricavate palline di circa 5 cm di diametro e disponetele nei piatti. Scaldate 2 cucchiai di olio di riso in un tegame, aggiungete i funghi, salate e fate saltare per circa 2-3 minuti a fiamma alta, bagnando con il sakè. Spegnete, disponete i funghi sulla superficie degli arancini e servite.

Ricetta originale da cucina.corriere

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here