Home Alimentazione e Salute 3 alimenti fermentati vegani fatti in casa

3 alimenti fermentati vegani fatti in casa

1032
0
CONDIVIDI
Alimenti fermentati, il kimchi: ottimo per la salute generale dell'organismo

Come realizzare in casa 3 alimenti fermentati utili alla nostra salute, che possono essere consumati anche dai vegani.

Gli alimenti fermentati sono importanti alleati per la nostra salute: aiutano ad aumentare il numero di batteri buoni presenti nel nostro organismo, promuovendo la salute dell’apparato digerente e del sistema immunitario.

Un intestino sano, del resto, significa buona salute. Non solo: migliora l’assorbimento delle sostanze nutritive donandoci una sferzata di energia.

Tra i benefici migliori che i cibi fermentati apportano al nostro organismo, abbiamo visto, ce ne sono 10:

  1. rafforzano la flora intestinale;
  2. mantengono la mente nitida;
  3. aiutano a mantenere un sistema immunitario sano;
  4. disintossicano l’organismo;
  5. fanno bene alla pelle;
  6. favoriscono l’assimilazione delle sostanze nutritive;
  7. sono un ottimo modo per conservare meglio il cibo;
  8. aiutano nella perdita di peso;
  9. bilanciano il pH;
  10. arricchiscono la nostra dieta di nuovi sapori.

Ma vediamo adesso come realizzare 3 ricette con alimenti fermentati che vanno bene anche per i vegani.

Crauti

L’ingrediente base per realizzare i crauti, ovviamente, è il cavolo. Prendete un cavolo cappuccio e pulitelo, eliminando, se è il caso, le foglie esterne e quindi il torsolo. Affettatelo finemente e disponete diversi strati di cavolo in un barattolo di vetro. Ogni strado deve essere alternato con 1-2 cucchiai di sale fino (in base alla grandezza del barattolo) e qualche bacca di ginepro, se piace.

Non riempite troppo il barattolo, in modo tale che l’acqua di fermentazione non fuoriesca. Una volta terminato questo processo, riponete sopra l’ultimo strato un peso, per comprimere bene. Lasciate le verdure a fermentare in un luogo fresco e buio per circa 2 settimane. Iniziata la fermentazione, i crauti dovranno essere sommersi dall’acqua. Se così non avviene, aggiungetela voi. L’acqua aggiunta dev’essere salata: 1 cucchiaino di sale per mezza tazza d’acqua (orientativamente). Una volta scolati, conservateli in frigo (attenzione però se puzzano di marcio, in questo caso non consumateli).

Kimchi

Il Kimchi è un altro degli alimenti fermentati ottimi per promuovere la salute generale del nostro organismo. Originario della Corea, arricchisce i piatti con un sapore deciso. Esistono diverse varianti di questo alimento utilizzato soprattutto nella cucina asiatica. Il processo di fermentazione avviene attraverso il sale.




Gli ingredienti per una delle sue versioni sono:

  • 2 cavoli
  • 65 gr di sale
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 3 cucchiai di pasta d’acciughe
  • 2 cucchiai di pasta di peperoncino
  • 100 gr di peperoncino in polvere
  • 2 manciate di scalogno tagliato finemente
  • 30 gr di aglio tritato finemente
  • 30 gr di zenzero tritato finemente

Tagliate i cavoli e riponeteli in una grande ciotola dove li mescolerete al sale. Aggiungete dell’acqua fredda, fino a coprire il cavolo e appoggiate un peso. Coprite il contenitore con uno straccio e lasciatelo riposare per una notte in un luogo fresco e buio. Il giorno dopo, togliete il cavolo dal contenitore e trasferitelo in un altro pulito. A parte, unite la pasta di peperoncino, la salsa di soia, la pasta d’acciughe e il peperoncino in polvere. Aggiungete gli altri ingredienti al cavolo e alla fine mettete anche il composto piccante che avete preparato. Mescolate bene e coprite con la salamoia. Lasciate riposare per 3-4 giorni a temperatura ambiente. Dopo questo periodo di tempo, assaggiatelo e tenetelo così fino a quando il sapore non avrà raggiunto i vostri gusti.

Yogurt di cocco

Fare lo yogurt in casa è un’ottima abitudine. Abbiamo visto diverse ricette di yogurt vegetali fatti fai da te, oggi ne vedremo una nuova, quella dello yogurt di cocco.

Gli ingredienti:

  • 1 litro di latte di cocco
  • poco più di un cucchiaino di agar agar in polvere
  • 1 cucchiaio di dolcificante naturale
  • La punta di un coltello di lievito per yogurt

La prima cosa da fare è mescolare l’agar agar con il latte di cocco, dentro un pentolino sul fuoco. Mescolate continuamente, portando a ebollizione il composto. Dopo, lasciate raffreddare, fino a quando non arriva a circa 45°. Travasate il composto in un barattolo, dove aggiungerete il lievito e, in caso, il dolcificante. Mescolate e coprite, mantenendo una temperatura di 35° per almeno 8 ore. Passato questo tempo, mettete in frigo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here