Home Alimentazione Biologica 5 tisane depurative per dopo le feste

5 tisane depurative per dopo le feste

2557
1
CONDIVIDI
healing herbs on wooden table, mortar and pestle, herbal medicine, top view

Le feste sono anche un modo per fare uno strappo alla regola e mangiare qualcosa di più. Spesso, però, esageriamo o non siamo più abituati a mangiare così tanto o in maniera sregolata e iniziamo a sentirci gonfi e stanchi.

Potrebbe essere sufficiente assumere per almeno due settimane delle tisane depurative che aiutino il nostro organismo a liberarsi delle scorie in eccesso, ricominciando a funzionare come si deve.

La cosa più importante da fare, sicuramente, è bere molta acqua. Per combattere al meglio la ritenzione idrica e le tossine, è ancora meglio ricorrere al potere di piante e fiori. Ecco quali.

Tisane depurative – Succo di ortica

Durante le abbuffate dicembrine, è molto probabile che abbiamo messo a dura prova il nostro pancreas. Esiste a tal proposito una pianta selvatica che può stimolare e disintossicare questo organo: l’ortica. Il succo di ortica è un ottimo depurativo per il sangue, stimola la produzione di succo pancreatico, contribuisce ad abbassare la percentuale di zucchero nel sangue e sostiene l’azione del fegato. È una delle soluzioni migliori per far fronte ai problemi che riguardano l’apparato digerente.

Il modo ideale per assumerlo sarebbe quello di ricavare il succo fresco dalla pianta, centrifugando le foglie. È comunque facilmente reperibile in commercio sotto forma di succo già pronto. Da bere mezzo bicchiere, due volte al giorno,  prima dei pasti.

Tisane depurative – Tisana al finocchio

La tisana depurativa per eccellenza è naturalmente quella al finocchio. A questo ortaggio, infatti, sono attribuite azioni stimolanti dell’attività dello stomaco e dell’intestino. Ottimo diuretico, questa tisana combatte i problemi di digestione lenta, gonfiori e dolori addominali. Per realizzare un’efficace infuso depurativo e disintossicante vi serviranno: 30 gr di tarassaco, 30 gr di finocchio, 30 gr di carciofo e 10 gr di menta. Create l’infuso nelle modalità già suggerite nei punti precedenti e bevetelo lontano dai pasti.

Tisane depurative – Tisana alla betulla drenante e depurativa

Anche la betulla è una delle piante più utilizzate nella creazione di tisane depurative e drenanti. In particolare, è conosciuta per il suo potere diuretico che la rende un ottimo rimedio per chi soffre di gambe gonfie e ritenzione idrica. Facilita l’espulsione dei liquidi e aiuta la normale attività dei reni. La pianta può essere assunta da sola o in unione con gramigna e ortica. La gramigna aiuta a depurare il sangue e a disinfiammare fegato, milza e vie urinarie; l’ortica aiuta la diuresi e contiene moltissimi sali minerali.

In questo caso serviranno: 50 gr di ortica essiccata, 50 di betulla e 50 di gramigna (sempre essiccate). Mescolate i tre componenti. Poi, lasciate in infusione 3 cucchiai in 1 litro di acqua bollente. Filtrate tutto e bevete, conservando quello che resta in una bottiglia.

Tisane depurative – Tisana al carciofo

Conosciamo bene le molteplici proprietà del carciofo. Una tisana preparata con le foglie di carciofo è un rimedio potente dal punto di vista di stimolazione della diuresi e di eliminazione delle tossine. Il sapore è molto amaro, ma i liquidi in eccesso vengono eliminati velocemente, la pancia si sgonfia e anche la circolazione ne beneficia. Per aumentare il potere della tisana, potete decidere di aggiungere del finocchio, mescolando insieme 30 gr di foglie di carciofo e 30 gr di semi di finocchio. Chi vuole, può anche aggiungere 10 gr di menta piperita. Preparate il decotto come descritto su e sorseggiate lentamente. Se è troppo amaro potete dolcificare leggermente con della melassa.

Tisane depurative – Tarassaco, ortica e menta

Ecco adesso una tisana che unisce la potente azione di tre piante utili ad allontanare la pesantezza e tornare a sentirci leggeri come prima delle feste.

Per poterla realizzare ci serviranno: 30 gr di tarassaco, 30 gr di ortica e 30 gr di menta. Tutti ingredienti facilmente reperibili in erboristeria.

Miscelate prima accuratamente le 3 erbe. Poi, prelevate 2 cucchiaini del composto e mettetelo in infusione nell’acqua bollente. Lasciate riposare per 10 minuti, filtrate e bevete il vostro buon bicchiere di tisana. Bevetene due tazze al giorno, lontano dai pasti.

In tutte le tisane proposte, se riuscite, è sempre meglio non aggiungere dolcificanti.

(Foto: Annabelle Orozco)

1 COMMENTO

  1. Le foglie di carciofo possono essere fresche? Io li coltivo in modo biologico, posso usarle per la tisana? Come ?Articolo molto interessante come tutti del resto. Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here